Utente 229XXX
Buongiorno Dottori.
Sono un ragazzo di 21 anni operato di Corporoplastica secondo Nesbit quasi un mese fa,per una curvatura dell'asta del pene verso sinistra di c.ca 45°.
Ad oggi,durante le erezioni noto una riduzione della curvatura,tuttavia non una sua completa risoluzione,difatti a mio parere vi è ancora una "modesta" curvatura di 25° circa.
Il tutto,abbinato ad una forte rigidità del pene,quando in erezione,mi rende impossibile di correggerla manualmente e temo mi possa dare problemi durante i rapporti sessuali (non ne ho mai avuti),oltre ad avere un aspetto estetico non esattamente piacevole.

La mia domanda è la seguente:è possibile che una curvatura residua si attenui con il passare del tempo?Oppure la situazione può considerarsi definitiva?
Premetto che porrò le stesse domande al mio chirurgo,gradirei comunque delucidazioni in merito da voi se possibile.

Vi ringrazio anticipatamente.
Buona giornata

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Gino Alessandro Scalese
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,
La curvatura residua dovrebbe essersi stabilizzata dopo un mese.
"....quando in erezione, mi rende impossibile di correggerla manualmente..." cerchi di evitarlo.
[#2] dopo  
Utente 229XXX

Iscritto dal 2011
La ringrazio per la tempestività della risposta.
[#3] dopo  
Utente 229XXX

Iscritto dal 2011
Mi scuso per il doppio post,ma avrei un'altra domanda.
Ricordo adesso che sul foglio che mi consegnarono quando tornai a casa vi era scritto "curvatura residua minore di 20 gradi",ciò dovrebbe farmi intuire che la mia curvatura residua è "programmat" e che rende possibile avere rapporti soddisfacenti?
Cosa ne pensate a proposito?
Grazie
[#4] dopo  
Dr. Gino Alessandro Scalese
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2000
Dovrebbe consentirlo, ma la verificala si ha al momento dell'atto.
[#5] dopo  
Utente 229XXX

Iscritto dal 2011
Grazie per la risposta Dottore,avrei un'altra domanda:
Ho visto il mio urologo dal quale tornerò con delle foto la prossima settimana e mi ha detto che esclude quasi categoricamente un cedimento dei tessuti interni,in ogni caso mi ha accennato abbastanza fugacemente che eventualmente sarebbe possibile effettuare un'altra plicatura in un punto diverso per correggere la curvatura residua.
Insomma,sarebbe possibile quindi effettuare un reintervento oppure ci sono delle controidicazioni importanti?
Grazie per le eventuali risposte.
[#6] dopo  
Dr. Gino Alessandro Scalese
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2000
Si è possibile farlo, ma non è indicato nell'immediato; è utile sapere la qualità attuale dei rapporti sessuali nel momento che si riprende una normale attività.
[#7] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore,

non sempre la soluzione chirurgica di un pene curvo riesce a raddrizzare il pene come "una stecca di biliardo".
L'importante che la correzione possa consentire una idonea attività sessuale penetrativa.
Giudizi più precisi non possono prescindere dalle valutazione del chirurgo che ha operato
cari saluti