Utente 229XXX
Buonasera, posto qui la mia richiesta di consulto poiché non so, al momento, in che sezione inserirla. Nel caso abbia commesso un errore, spero possiate indirizzarmi verso la specialità medica esatta.
Dunque, da quattro-cinque giorni accuso forti ed improvvisi dolori di tipo crampiforme alla pancia, dalla zona pelvica fin sullo stomaco. La sensazione è simile a quella data dalla presenza di aria interna nella pancia, ma è molto più dolorosa e si espande fin dietro la schiena, nella zona dei reni. Al tatto, sento la pancia gonfia, e dove poggio le dita avverto forti fitte. Mi è parso di notare che tale disturbo aumenta dopo l'evacuazione (al momento abbastanza regolare, circa ogni due giorni).
Inoltre ho sintomi di nausea subito dopo il pasto.
Il mio medico di base non è in città, ed il sostituto non potrà ricevermi prima di mercoledì. Mi chiedo se sia possibile ottenere una diagnosi di base attinente i sintomi descritti.
Aggiungo che ho da poco effettuato generiche analisi del sangue, di cui posso trascrivere i parametri nel caso ci sia bisogno per chiarire la natura del disturbo.
In breve, i principali valori fuori della norma riguardavano la conta dei neutrofili (bassi), linfociti (alti), VES (alta), eosinofil (bassi).
Spero possiate darmi qualche consiglio.
Grazie, saluti.
[#1] dopo  
Dr. Oreste Pascucci
28% attività
0% attualità
16% socialità
LAURIA (PZ)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2009
Gentile utente,
quali esami ha eseguito? Il suo ciclo mestruale è regolare? Ha intolleranze alimentari? Soffre di calcolosi renale? Ha mai eseguito ecografia addome e pelvica?

In attesa di un suo riscontro, le porgo cordiali saluti.
[#2] dopo  
Utente 229XXX

Iscritto dal 2011
Gentile Dottor Pascucci,
ho eseguito semplici esami di routine, emocromo, urine, e controllo di ferro, colesterolo, trigliceridi, glicemia, ormone tiroideo TSH, VES e transaminasi.
Il mio ciclo è abbastanza regolare, soffro di alcune intolleranze alimentari ma mi tengo sempre ben alla larga dai cibi che so che potrebbero darmi fastidio e non soffro di calcoli ai reni...Non ho mai eseguito, d'altronde, ecografie addominali o in zona pelvica, crede sia necessario effettuarle?
Grazie mille per la sua precendente risposta.
[#3] dopo  
Dr. Oreste Pascucci
28% attività
0% attualità
16% socialità
LAURIA (PZ)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2009
Gentile utente,
se il dolore dovesse continuare, senza attenuarsi, farei un controllo ecografico e magari ripeterei ( se non fatti di recente) le prove di intolleranza alimentare. Potrebbe essere solo un fatto episodico e risolversi spontaneamente,non abbiamo infatti altri elementi per poter affermare diversamente.Soffre anche di pirosi gastrica?

Le invio cordiali saluti e rimango a sua disposizione.
[#4] dopo  
Utente 229XXX

Iscritto dal 2011
Gentile Dottore,
effettivamente soffro, a livello gastrico-intestinale, di reflusso e sporadici episodi di colite. Tendo inoltre a somatizzare spesso lo stress, e non sto attraversando uno dei periodi più tranquilli della mia vita. Ad ogni modo, farò presente al medico di base il suo consiglio riguardo un'eventuale ecografia. Spero comunque abbia ragione, e che sia semplicemente un disturbo episodico benigno.
Grazie davvero per la sua cordialità.
[#5] dopo  
Utente 229XXX

Iscritto dal 2011
Gentile Dottore,
effettivamente soffro, a livello gastrico-intestinale, di reflusso e sporadici episodi di colite. Tendo inoltre a somatizzare spesso lo stress, e non sto attraversando uno dei periodi più tranquilli della mia vita. Ad ogni modo, farò presente al medico di base il suo consiglio riguardo un'eventuale ecografia. Spero comunque abbia ragione, e che sia semplicemente un disturbo episodico benigno.
Grazie davvero per la sua cordialità.
[#6] dopo  
Dr. Oreste Pascucci
28% attività
0% attualità
16% socialità
LAURIA (PZ)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2009
Gentile utente,
non dobbiamo attribuire ogni disturbo allo stress, ovviamente, nè ad una forma di somatizzazione,ma sicuramente alcuni sintomi possono essere acuiti dallo stress psico-fisico. Comunque è bene una rivalutazione clinico-strumentale dei suoi sintomi.

Rimango a sua disposizione e le invio cordiali saluti.