Utente 217XXX
Salve
mi chiamo Simone e ho 25 anni. Qualche mese fa ho scritto su questo sito, chiedendo chiarimenti su un problema che mi assillava, ovvero battiti irregolari del cuore accompagnati da un forte dolore su tutta la parte del cuore. Inizialmente pensavo si trattasse di ansia, dato che al Pronto Soccorso, ad agosto 2011, mi hanno consigliato il Tranquirit dicendomi che erano stati ansiosi: in effetti nei mesi successivi ad ogni crisi di dolore e battiti irregolari con 15-20 gocce di Tranquirit il problema passava, ma solo al momento, perchè il giorno dopo si ripresentava puntualmente (soprattutto la mattina appena sveglio, dopo aver mangiato pasti un pò pesanti e la sera prima di addormentarmi). Preoccupato, mi sono fatto prescrivere dal mio medico una visita cardiologica con ECG ed ecocardiogramma color doppler. Risultato: ho un "prolasso portosistolico del LPM" con frequenti BESV. Inoltre ho scoperto che quei battiti irregolari si chiamano "extrasistolia sopraventricolare". La dottoressa che mi ha visitato mi ha consigliato di prendere un beta-bloccante, il Sequacor, mezza pastiglia al giorno per 10 giorni e poi una pastiglia intera al giorno per altri 10 e poi devo contattarla per sapere come va. In effetti sembra che il numero delle crisi di dolore accompagnate da queste extrasistole siano diminuite, ma mi vengono ugualmente,e quando vengono il dolore è sempre fastidioso. Ma questo dolore (sensazione di pesantezza,come se qualcuno mi schiacciasse la parte del cuore) è normale? Che pericoli ha il Sequacor?Lo posso prendere tranquillamente?Inoltre, è una cura che mi risolverà il problema oppure lo avrò per sempre?E' possibile che mi debbano operare chirurgicamente? Secondo voi devo fare altri esami? Inoltre, c'è qualcosa nell'alimentazione che devo evitare per non avere queste crisi? Da quando sono iniziati i dolori ho eliminato fumo e alcool.
Scusate per le tante domande ma voglio sapere come fare per far passare questo problema, vi assicuro che sono dolori fastidiosi, che non mi permettono di vivere tranquillo; attività come mangiare fuori, fare sesso, innervosirsi a lavoro o cose quotidiane che reputo normali possono portarmi queste "crisi" e devo evitarle per non incorrere in questi dolori e battiti irregolari.
Vi ringrazio tutti, per il tempo dedicatomi e per le eventuali risposte.
Simone

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente,
considerata la sua giovane età, sarebbe preferibile evitare il b-bloccante, e comunque escludere, prima di una terapia farmacologica antiaritmica, altre possibule cause come, gastrite, meteorismo intestinale, ernia iatele, alterzioni della funzionalità tiroidea, anemia.
Ne parli con il suo curante.Saluti
[#2] dopo  
Utente 217XXX

Iscritto dal 2011
Dr. Martino,
la ringrazio per la risposta. L'ecografia alla tiroide l'ho effettuata nemmeno un mese fa con esami del sangue e andava tutto bene. Non ho nessun segno o sintomo di problemi allo stomaco ecco perchè non ci ho mai pensato,però parlerò col mio medico per effettuare visite orientate a questo. Come mai è contrario ai betabloccanti?Sono pericolosi? Il Sequor è pericoloso? Prendere il Sequor ogni mattina e il Tranquirit solo ogni tanto porta a dei problemi?
Grazie per l'attenzione.
[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Potrebbe causarle una riduzione della libido, cosa non facilmente accettabile alla sua età.