Utente 539XXX
Salve,
sono una ragazza di 27 anni e da circa due anni e qualche mese combatto con una cisti al polso sinistro. Prima mi faceva male a periodi, tanto da non poter fare una gran parte dei movimenti, dunque mi sono messa in lista per un'operazione, sempre col timore che potessero recidermi il tendine. L'operazione è avvenuta nel giugno del 2006. Da allora sfoggio una poco gradevole cicatrice (ormai cheloide. Ho anche fatto un'infiltrazione), molto visibile, essendo posizionata proprio alla base del palmo della mano. Comunque le cose sono andate più o meno bene (vista la grande sensibilità della cicatrice fino a 3 mesi fa)... E a fine dicembre, di punto in bianco, mi ritrovo un'altra bellissima ciste proprio nello stesso punto, più grande di prima però!
Ora alcuni movimenti devo evitarli, così come devo evitare contatti di ogni tipo con la ciste, visto che è abbastanza sensibile. Anche il solo poggiarci il dito sopra risulta fastidioso!
Io vorrei evitare di operarmi per l'ennesima volta. Ma cosa posso fare per evitare il dolore in quei periodi in cui si ripresenta? E nel caso di un'altra operazione, chi mi garantisce che la cisti non si formi di nuovo?
Vi ringrazio anticipatamente

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Andrea Favara
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Purtroppo i cheloidi possono formarsi in maniera imprevedibile. La recidiva teorica e' sempre possibile dopo l' asportazione di queste cisti, d' altra parte se sono sintomatiche l' indicazione alla asportazione e' condivisibile e quasi sempre il risultato e' buono. Auguri!