Utente 498XXX
Gentilissimi dottori, sono quasi 30 giorni che nel mio paese c'è una epidemia di varicella.
Ho due bambini, un maschietto di 3 anni che frequenta l'asilo e una, diciamo, ragazzetta di 12 anni che frequenta la terza media.
All'asilo sono rimasti in pochi a non aver ancora contratto il virus.
Il problema che mi assilla è che mia figlia il 10 dicembre dovrebbe partire con la scuola per andare in Spagna 10 giorni.
Domenica si è ammalato un compagno di classe di mia figlia, sabato 19 novembre siamo stati ad una cena dove c'era anche questo ragazzetto e stava seduto vicino a mia figlia.
La pediatra mi ha detto di iniziare la profilassi per cercare di non prendersi questa "maledetta" varicella. dal settimo al nono giorno dal presunto contagio, mi ha detto di farle prendere 4 compresse al giorno di zovirax da 400mg per 7 giorni.
Leggendo ho visto che la posologia per la profilassi che viene consiglita è di 20mg/Kg/dose ogni 6 ore per 10 giorni oppure 1ml/Kg/die per almeno 10 gioni.
Dato che mia figlia pesa 44 kg la dose dovrebbe essere 800mg dose per 10 giorni o sbaglio?
1ml di aciclovir non corrisponde a 80mg o sbaglio?
Dato che sabato dovrebbe iniziare la terapia le do le compresse da 400 o 800?
Il secondo problema è che il piccolo potrebbe aver contratto la varicella perchè con il cuginetto ha avuto contatto diretto fino al giorno prima della comparsa delle bolle (si è ammalato sabato 12 novembre, quindi 12 giorni fa), prendendo da sabato l'aciclovir, mia figlia, potrebbe non contrarre la varicella nel caso venesse al fratello?
Sono in ansia, dato che lei ci tiene tanto ad andare in Spagna.
Il terzo problema è che neanche io l'ho avuta, ho 40 anni, come mi dovrei comportare, dato che in questi giorni l'ha contratta una mia amica e sta veramente male?
Grazie.......
[#1] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Tralasciando ogni valutazione circa l'opportunita' di fare un farmaco cosi' "importante" al solo scopo di non perdere una gita scolastica, vorrei precisare che la terapia consigliata non e' in realta' una profilassi in senso stretto, ma una vera e propria cura utilizzata in questo caso a scopo profilattico. Tuttavia a noi non e' consentito entrare nel merito delle prescrizioni dei farmaci, perche' non conosciamo il caso specifico di sua figlia come invece il suo Medico di Famiglia (o Pediatra). Per inciso, un Medico "dei grandi" sarebbe piu' adatto alle esigenze di sua figlia; anche perche' bisogna tenere presente che a 12 anni, quanto meno da un punto di vista farmacologico, l'organismo e' considerato adulto; per tale motivo in genere decadono anche le formule matematiche sul peso ed entrano in gioco altri fattori; fattori dei quali certamente la Collega avra' tenuto conto, anche se sua figlia e' ormai fuori dal "range" della Pediatria.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 498XXX

Iscritto dal 2007
***ATTENZIONE!***
Questo consulto risulta aggiornato a più di DUE MESI fa:
valuta attentamente se la tua risposta può ancora essere utile all'utente!

Se ritieni opportuno inviare comunque il tuo consulto all'utente allora CANCELLA TUTTO QUESTO AVVISO e scrivi qui di seguito, grazie.
[#3] dopo  
Utente 498XXX

Iscritto dal 2007
Gentilissimo dottore la ringrazio infinitamente, solo oggi ho potuto vedere la risposta, comunque è andato tutto bene, su indicazione del mio medico di famiglia, ha preso le compresse da 800 ogni otto ore per 10 giorni, è partita per la Spagna, è tornata e tutto ok, la varicella non l'ha presa.
Grazie infinitamente ancora.
[#4] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Abbiamo sparato alla formica con il cannone, ma alla fine lo scopo e' stato raggiunto...
Cordiali saluti