Utente 230XXX
Salve, ho 22 anni, e da circa 1 anno ho scoperto di avere la masticazione incrociata. Il dentista che mi ha seguito fino a l'anno scorso non mi aveva mai fatto presente di questo problema. Soffrivo molto di mal di testa e davo la colpa all'emicrania "genetica" che colpisce la mia famiglia.
Andando da un altro dentista scopro della mia malocclusione e ipotizza che i miei mal di testa possono derivare da questo.
Circa 8 mesi fa mi sono andata da una fisioterapista a causa di un forte dolore alla mandibola sulla parte sinistra e mi consigliò di parlare col mio dentista e trovare una soluzione per il problema di masticazione. Presi un appuntamento con l'odontotecnico e mi disse che avrei dovuto mettere un apparecchio fisso in modo da allargare il palato e risolvere il problema, anche perchè con l'andare del tempo avrei potuto soffrire di altre patologie correlate a questo.
Prima di accettare la diagnosi del dottore mi sono rivolta ad un altro dentista per sentire un altro parere. Questo mi propose un bite notturno , che sto usando da 6 mesi a questa parte. Con il bite i miei mal di testa sono diminuiti drasticamente ma noto che i problemi non sono ancora finiti.
Un mese fa mi sono diretta da uno specialista e mi ha trovato l'occipite fuori posto e la mia postura non è delle migliori, ma diciamo che mi ha "raddrizzato". Circa 10 giorni fa sono tornata da questo specialista: l'occipite era a posto ma ero "insaccata" nella parte lombare della schiena (all'altezza dei reni). Questo dottore dopo avermi fatto sdraiare sul lettino mi dice: "sei una parentesi"!!!!.
Ovviamente c'è qualcosa che non va!
Possibile che i miei problemi di postura derivino dai denti??
Non basta più il bite notturno??
Dovrò mettere l'apparecchio?
Voglio aggiungere che da ieri ho un forte dolore al collo, che parte dalla nuca e si irradia nella parte sinistra del collo,spalla, baccio sx. Anche questo può essere correlato?
Non so più cosa pensare. Gradirei un cortese vostro parere. Se non sono stata molto chiara non esitate a chiedere!
Vi ringrazio in anticipo!
[#1] dopo  
Dr. Giuseppe Oscar Muraca
40% attività
16% attualità
20% socialità
AMANTEA (CS)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Stabilire se la postura sbagliata sia la causa o l'effetto di una occlusione sbagliata è cosa ardua tramite visita speciialistica manuale e strumentale, si figuri via web. In ogni caso il suo problema occlusale non si risolve solo col bite, ma deve sistemare in modo definitivo la sua occlusione tramite terapia ortodontica.
Di più non saprei cosa dirle, la saluto cordialmente
[#2] dopo  
Utente 230XXX

Iscritto dal 2011
Gentilissimo dottore la ringrazio per la sua risposta. Settimana scorsa ho fatto una visita da un ortodonzista e posturologo il quale ha constatato che effettivamente la mia postura errata deriva dal morso crociato. Mi ha detto che ho il palato stretto con uno "scalino" e inoltre ho la deglutizione errata, motivo per cui mi ha consigliato di andare da un logopedista. Per risolvere il problema mi ha consigliato Acom un apparecchio ortodontico-ortopedico da mettere la notte ( assomiglia al paradenti dei pugili) . Lei cosa ne pensa? La ringrazio anticipatamente per un suo gentile riscontro!
[#3] dopo  
Utente 230XXX

Iscritto dal 2011
Gentilissimo dottore la ringrazio per la sua risposta. Settimana scorsa ho fatto una visita da un ortodonzista e posturologo il quale ha constatato che effettivamente la mia postura errata deriva dal morso crociato. Mi ha detto che ho il palato stretto con uno "scalino" e inoltre ho la deglutizione errata, motivo per cui mi ha consigliato di andare da un logopedista. Per risolvere il problema mi ha consigliato Acom un apparecchio ortodontico-ortopedico da mettere la notte ( assomiglia al paradenti dei pugili) . Lei cosa ne pensa? La ringrazio anticipatamente per un suo gentile riscontro!
[#4] dopo  
Dr. Luciano Cosma
32% attività
0% attualità
12% socialità
MANDURIA (TA)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2006
Sono d'accordo con il collega. Oltre ad una visita particolareggiata è necessario fare alcuni esami: ad esempio per alcuni la pedana stabilometrica, per altri la kinesiografia, ecc.
Questo per fare una corretta diagnosi che è la base per una corretta terapia. Una volta diagnosticato il problema posturale a seconda della scuola che segue il suo dentista si utilizzano degli apparecchi di forma e costtuzione varia. L'apparecchio è la fase finale del lavoro, non la prima fase.
[#5] dopo  
Utente 230XXX

Iscritto dal 2011
La ringrazio molto del suo parere. A breve prenderò l'appuntamento con questo dottore per fare alcuni esami e impronte che mi aveva già preannunciato. Spero davvero di risolvere i miei problemi. Cordiali saluti!
[#6] dopo  
Dr. Sergio Formentelli
48% attività
20% attualità
20% socialità
LIVORNO FERRARIS (VC)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
Gentile paziente, occorre una visita gnatologica.

Chi è lo gnatologo, ovvero la figura di riferimento (E NON ALTRE) in caso di problematiche legate alla malocclusione?

http://www.medicitalia.it/sergioformentelli/news/439/Lo-gnatologo-ma-chi-e-costui

E' l'uinica cosa necessaria: il professionista giusto.
Sarà lui a giudicare quali esami strumentali saranno necessari alla valutazione del suo caso.
Potrebbe anche non esserne necessario nessuno, per effettuare una corretta diagnosi.

Comunque, PRIMA la risoluzione dei sintomi, POI l'eventuale apparecchio ortodontico.
NON l'inverso.
Nel modo più assoluto.