Utente 108XXX
Buonasera dottori. Volevo esporre un mio dubbio. Volevo sapere se dopo tante masturbazioni (4-5) è possibile che il pene faccia fatica ad raddrizzarsi ad una prossima masturbazione? In più volevo sapere se è normale che vada via l'eccitamento e il desiderio di avere un rapporto o una futura masturbazione. Premetto che quando mi masturbo la prima volta nell'arco della giornata riesco ad ottenere un'erezione normalissima e la riesco a mantenerla mentre quando mi masturbo spesso durante l'arco della giornata faccio fatica a mantenerla e a volte anche ad ottenerla. Volevo sapere se il tutto è normale. La ringrazio per le risposte.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,é vero che le cartucce non si consumano ma la ricerca nevrotica di una funzione spontanea,qual'è l'erezione non sempre...paga.Viva con serenità proprie pulsioni sessuali e vedrà che Le si chiariranno le idee.Cordialità.
























































































































[#2] dopo  
Utente 108XXX

Iscritto dal 2009
Quindi, caro dottore, posso stare tranquillo? E' una cosa normale?
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Tranquillo, da quello che ci racconta, sembra tutto regolare.

Segua le indicazioni del collega Izzo.

Cordiali saluti.
[#4] dopo  
Utente 108XXX

Iscritto dal 2009
Vi ringrazio per le risposte carissimi dottori.
[#5] dopo  
Utente 108XXX

Iscritto dal 2009
Dottori volevo esporre un problema. Ho riscontrato lo stesso fatto quest'oggi e cioè che ho provato ad auto eccitarmi però non ci sono riuscito. In effetti ho notato che durante la prova di masturbazione mi sentivo in ansia per l'accaduto di ieri sera. Però questo fatto mi preoccupa perché fino a ieri sera anche se non ero in ansia non riuscivo ad ottenere un erezione completa ma solo parziale (sarà forse per le eccessive masturbazioni di ieri sera). Premetto poi che questa mattina mi sono svegliato senza erezione ma solo un'erezione parziale se non nulla. Mi sto preoccupando anche perché ora che ricordo è la seconda volta che mi capita una cosa del genere presentando gli stessi sintomi. Non penso che se fosse qualcosa di ben più grave possa apparire così sporadicamente, cioè dovevo avere già dei sintomi di esordio di problemi di erezione.
[#6] dopo  
Dr.ssa Valeria Randone
60% attività
20% attualità
20% socialità
CATANIA (CT)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2010
Gentile Utente,
alle già esaustive e rassicuranti risposte degli andrologi, desideravo aggiungere un mio pensiero in merito.
L'autoerotismo è una funzione spontanea della sessualità, che dovrebbe seguire il desiderio sessuale, non la verifica della propria salute sessuale.
Inoltre, sarebbe opportuno sapere, se la ricerca convulsa del piacere solitario, è un meccanismo di difesa per il piacere condiviso.
Lei è molto giovane e queste note stonate circa la sua salute sessuale, potrebbero essere d'intralcio per una sana ed appagante vita di coppia.
Saluti
[#7] dopo  
Utente 108XXX

Iscritto dal 2009
la ringrazio per la risposta dott.ssa però non riesco a capire cosa intende per piacere solitario e piacere condiviso. Grazie
[#8] dopo  
Dr.ssa Valeria Randone
60% attività
20% attualità
20% socialità
CATANIA (CT)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2010
Intendo la differenza tra auto erotismo e rapporto sessuale con un altra persona, cioe' piacere condiviso.
[#9] dopo  
Utente 108XXX

Iscritto dal 2009
il fatto che io non ho mai avuto rapporti fino ad ora, però mi sembra strano che non sento il bisogno dell'erotismo manuale dato che l'ho sempre avuto fino a quando non é successa questa cosa di ieri sera. Anche un'altra cosa e cioé l'erezione mattutina. Potrebbe essere sempre collegata a questa situazione ansiosa?
[#10] dopo  
Utente 108XXX

Iscritto dal 2009
Attendo una risposta dott.ssa. Grazie e cordialità.
[#11] dopo  
Dr.ssa Valeria Randone
60% attività
20% attualità
20% socialità
CATANIA (CT)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2010
Gentile Ragazzo,
è difficile parlare di disfunzionalità della vita sessuale, senza vita sessuale.
Dovrebbe evitare ulteriori accanimenti dell'autoerotismo, facendolo transitare dalla compulsione alla spontaneità, evitando inoltre l'auto-osservazione dei genitali, del loro turgore e la presenza o meno del desiderio, ma sempre a conferma di una presunta normalità.
Se l'ansia è tale e tanta, si rivolga ad un andrologo con cui condividere una visita e nozioni scientificamente veritiere correlata alla sessualità.
Saluti
[#12] dopo  
Utente 108XXX

Iscritto dal 2009
La ringrazio per la risposta dtt.ssa. Il fatto comunque è nato tutto ieri sera e vedendo che avevo questo problema (descritti all'inizio della richiesta) mi sono incominciato a preoccupare.
[#13] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore ,

è da circa tre anni che pone questioni sulla sua sfera sessuale che bene o male si incrociano e sono molto collegate.

A questo punto forse potrebbe essere utile parlarne con una figura diretta, reale, in carne ed ossa: il suo medico di fiducia, il suo andrologo (se presente) e poi a ruota, secondo il mio modesto parere, potrebbe essere utile consultare anche un esperto psicologo.

Cordiali saluti.
[#14] dopo  
Utente 108XXX

Iscritto dal 2009
Da uno psicologo già ci sto andando proprio per questi motivi d'ansia inutili, però volevo una certezza che non fosse nulla di preoccupante da quanto descritto sopra.
[#15] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

in medicina non c'è nulla di non preoccupante!

Quando si ha un problema clinico vero, sia su base organica che psicologica, bisogna sempre fare riferimento ad un figura reale in cui si ha fiducia e non bisogna informarsi sempre ed in modo ossessivo per via telematica.

Lei, in questo senso, non sembra essere sulla buona strada.

Un cordiale saluto.
[#16] dopo  
Utente 108XXX

Iscritto dal 2009
La ringrazio molto per la risposta immediata ed esauriente e le auguro una buona serata.
[#17] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Segua il consiglio datole, è il primo passo per non avere inutili e non precise ansie.
[#18] dopo  
Utente 108XXX

Iscritto dal 2009
Grazie dottore.