Utente 119XXX
Salve dottori vi scrivo per chiedervi un consulto in relazione all'extrasistolia che ogni tanto compare. Sono circa una quindicina di giorni che avverto queste extrasistoli, ci sono momenti della giornata che ne sento di più ed anche più ravvicinate ed altri momenti che non le accuso. Ultimamente mi sà di aver abusato un pò troppo di caffeina ed infatti leggendo che la caffeina potrebbe essere una delle cause ho abolito da un paio di giorni il caffè. Qualche mese fa ho eseguito un holter (se necessita vi posso scrivere il risultato) ma il cardiologo mi ha detto che è tutto in regola e non devo preoccuparmi.
La mia domanda è questa, l'extrasistolia è pericolosa se si pratica sport?faccio partite di calcetto sporadicamente e ho intenzione questo mese di iscrivermi a nuoto e volevo sapere se questo può essere pericoloso.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Il modo migliore di confermare la benignità delle aritmie è quello di eseguire un ECG sotto sforzo.
Se queste scompaiono con lo sforzo può stare tranquillo.
Ovviamente stia lontano da fumo, caffè ed alcoolici.
Arrivederci
Cecchini
www.cecchinicuore.org
[#2] dopo  
Utente 119XXX

Iscritto dal 2009
grazie dottore. l'ultimo ecg da sforzo l'ho fatto a fine luglio del 2009 che feci sempre in seguito a queste extrasistoli insieme ad ecg e ecocuore.
queste le conclusioni del ecg da sforzo:
test ergometrico massimale negativo per ischemia miocardiaca e aritmie inducibili.
per lei è il caso che lo ripeta?
[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Non penso sia necessario. Si tranquillizzi
Arrivederci
cecchini
www.cecchinicuore.org
[#4] dopo  
Utente 119XXX

Iscritto dal 2009
salve vi ricontatto in merito al quesito posto.
Allora ho eseguito degli esami della tiroide con ecografia ed è tutto nella norma.
L'extrasistolia continua, a fasi alterne e cioè ci sono momenti della giornata in cui si verificano e periodi in cui non le avverto.
Ieri ho eseguito un ecg di controllo ma tutto nei limiti. Il cardiologo che me lo ha eseguito ha controllato anche i vecchi esami come ecg, ecocardiogramma, prova da sforzo e holter e mi ha detto che non era necessario fare altri esami.
se proprio volevo di rieseguire una prova da sforzo ma non la riteneva urgente e tantomeno non mi ha prescritto nessun farmaco dal momento che dall'holter sono risultati un centinaio di extrasistoli definendoli irrilevanti.
Cosa mi consigliate di fare?
Volevo aggiungere, e questo non sò se può essere correlato, saranno circa un paio di anni che durante il sonno mi capita si svegliarmi all'improvviso e di alzarmi di scatto dal letto con la sensazione di soffocare o di aver ingerito qualcosa che non dovevo e che mi possa far male. Ovviamente il fatto di alzarmi di scatto mi porta il cuore a battere fortissimo, quindi immagini da un ritmo cardiaco blando durante il sonno ad un improvvisa impennata durante questi episodi, e sento letteralmente il battito cardiaco in petto ed in gola molto marcato.
Può causare questo episodio, col tempo, l'extrasistolia di cui avverto?
Grazie ancora
[#5] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
La modesta incidenza di extrasistoli che lei riporta non necessita di alcun altra indagine.
per cio' che concerne i disturbi notturni da lei segnalati e' verosimile che lei soffra di reflusso gastroesofageo, che si accompagna spesso a palpitazioni
Ne parli con il suo medico
arrivederci
cecchini
www.cecchinicuore.org
[#6] dopo  
Utente 119XXX

Iscritto dal 2009
grazie