Utente 224XXX
salve sono un paziente diabetico nid di anni 62 da qualche mese avverto salendo le scale fino al terzo piano pur fermandomi al secondo piano un battito cardiaco accellerato. che si avverte anche a livello frontale regredendo dopo circav 20 secondi ,ed una stanchezza eccessiva alle gambe con un esaurimento muscolare recentemente circa 9 mesi fa ho avuto una gastrite erosiva emorragica . I valori ematici non sono ancora stabili ..EMOCROMO 4650 HB 12.2 FERRETINA E TRASFERRINA REGOLARI sideremia 56 -LINTERNISTA che mi segue mi ha detto di rifare di nuovo la gastroscopia ultimo esame gennaio 2011 ho assunto lucen da 40 mg per 6 mesi adesso assumo lucen da 20 mg in attesa della gastroscopia ecg di base eas emiblocco ant sx bbd prova da sforzo raggiunto il 90 100 negativaper ischemia da sforzo ed interrotta per obbiettiva dispnea pa nello sforzo max 200 90 sono un paziente molto ansioso e preoccupatp poichè ho altre patologie ipb ddislipidemie con buon controllo farmacologico recentement il CPH era ai limiti 180 soffro di un neuropatia periferica sensitiva mi stanco facilmente a camminarepeso circa 96 hg assumo da un anno il crestor da 10 mg volevo gentilmrnte un suo consiglio la saluto anticipatamente grazie
[#1] dopo  
Dr.ssa Provvidenza Fodale
24% attività
0% attualità
12% socialità
MESSINA (ME)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2009
Considerando la Sua storia, sicuramente si può affermare che Lei è portatore di numerosi fattori di rischio cardiovascolare (diabete, dislipidemia,) insieme ad un peso sicuramente eccessivo.. Fa senz'altro bene a curarsi farmacologicamente, ma non deve assolutamente dimenticare che il primo e più importante provvedimento è costituito da una alimentazione idonea ed uno stile di vita adatto. Senza conoscerla e senza sapere le condizioni in cui Lei si trova (soprattutto per quanto è relativo all'apparato cardiovascolare) , mi pare che l'unico consiglio che posso darle in atto è quello di farsi formulare da personale medico un piano dietetico personalizzato che consideri tutte le sue patologie , anche la sua lieve anemia (chissà quante volte i medici glielo avranno proposto!). Vedrà che parallelamente al calo della massa corporea Lei si sentirà notevolmente meglio, soprattutto se associa una sia pur lieve attività fisica (sifaccia consiglòiare dal Suo medico)