Utente 173XXX
Buona sera a Tutti, sono un ragazzo di 24 anni e vi volevo esporre il mio "problema".
Sono stato fidanzato per 6 anni e ho avuto una vita sessuale molto soddisfacente, in altre parole non ho MAI fatto brutte figure con la mia fidanzata.
3 settimane fa lei ha deciso di chiudere la storia... inutile dirvi che ci sto malissimo e la amo ancora ma provo anche rabbia e delusione per la sua decisione!
Qualche giorno fa mi è successo che mentre stavo con una ragazza e stavamo per fare l'amore il mio desiderio sessuale c'era ma la mia erezione è durata poco...e ho fatto "cilecca" e mi sono sentito davvero in imbarazzo da mettermi sotto terra.
Ci siamo rivisti una seconda volta con lei, senza andare fino in fondo, ma sentivo che il mio desiderio sessuale non era lo stesso della volta precedente (forse per la paura di rifare una brutta figura) e il mio pene non aveva la solita erezione di sempre! (sarebbe stata una seconda sconfitta)
Vi ripeto che è la prima volta che mi succede in 6 anni di attività sessuale quindi forse non sarà un problema fisico ma mentale.
In queste 3 settimane dormo poco..non riesco a prendere sonno.. mi sveglio dopo 4-5-6 ore di sonno quando normalmente io dormivo sulle 8 ore!
Penso troppo alla mia fidanzata ma devo cmq dimenticarla e lo sto facendo ma dentro di me sento di non stare bene.
Per quanto riguarda varie malattie possibilmente riconducibili a questo problema vi devo dire che io ho l'Angioedema ereditario e prendo 1 capsula di 50mg di Danatrol al giorno da 5 anni per sempre.
Inoltre a giugno di quest'anno ho avuto una fibrillazione atriale parossistica dopo uno sforzo di vomito e considerato che soffro di esofagite da reflusso. Tornato alla normalità con Rytmonorm dopo 24 ore con ricovero ospedaliero.
Penso di avervi detto tutto, forse sono un ragazzo un pò emotivo che ho dei veri sentimenti...!
Vi prego di darmi qualche aiuto e consiglio per superare questo mio momento e quali posso essere le possibili cause di tutto ciò!

Grazie infinitamente per aver dedicato del Vostro tempo prezioso per me.
Ringrazio tutti e spero che risponderete in tanti!

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,prescindendo dagli scontati riverberi emotivi,credo che la necessità di porre una diagnosi andrologica sia assoluta,anche considerando la sintomatologia riferita ed i farmaci che assume o assumerà.La defaillance é...dietro l'angolo per tutti ma la disfunzione erettile non va considerata una malattia,bensì un sintoma.Ne parli con il medico di famiglia ed aderisca alle campagne indette dalla Società di Andrlologia per aiutare a risolvere tali problematiche (andrologiaitaliana.it).Cordialità.
[#2] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

oltre alle corrette indicazioni ricevute dal collega Izzo che mi ha preceduto, se desidera poi avere più informazioni dettagliate su questi temi, le consiglio di consultare anche gl’articoli pubblicati sempre sul nostro sito e visibili agl'indirizzi:

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/184-erezione-fare.html,

http://www.medicitalia.it/minforma/urologia/231-farmaci-interventi-possono-danneggiare-sessualita-maschile.html .

Un cordiale saluto.