Utente 212XXX
salve, desidero conoscere la differenza tra i trattamenti estetici effettuati con la cavitazione dunque ultrasuoni e quelli con il metodo "body age" cioè mediante i raggi infrarossi.quale dei 2 è più efficace per ridurre i cuscinetti adiposi femminili? e quante sedute sono necessarie per avere sufficienti risultati? vi ringrazio

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Serafino Pietro Marcolongo
56% attività
16% attualità
20% socialità
SALERNO (SA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2009
Prenota una visita specialistica
Gent. utente,
certamente la metodica cavitazionale medica è quella più efficace e specifica per la riduzione delle adiposità localizzate. Generalmente, il numero delle sedute è variabile (mediamente 8 sedute) ed è condizionato da diversi fattori che dovranno essere valutati con una visita medico-estetica preliminare. La cadenza delle sedute è, solitamente, quindicinale intervallate da sedute di linfodrenaggio.
Cordiali saluti.
[#2] dopo  
Utente 212XXX

Iscritto dal 2011
grazie per la risposta tempestiva,
accetto il suo consiglio e non considero i trattamenti a base di raggi infrarossi,
Io ho già effettuato 2 sedute di cavitazione (seguite da pressoterapia di 45 min solo alle gambe) solo nella zona fianchi( coulotte) e ne restano altre 3.
la circonferenza attuale dei miei fianchi (dopo aver perso circa 15kg in 6mesi ) è 101-102 centimetri, ultimamente mi sono accorta che sul lato sinistro ho una maggiore sporgenza dei cuscinetti rispetto al lato destro, le forme non appaiono regolari,ho esposto tale preoccupazione anche all'estetista che mi ha proposto di effettuare 20 minuti di cavitazione su questo lato sinistro più sporgente e 10 dall'altra parte.
Secondo lei serve per migliorare la situazione o rischio di ottenere risultati peggiori?
spero che la mia domanda sia di sua competenza, la ringrazio in anticipo
[#3] dopo  
Dr. Serafino Pietro Marcolongo
56% attività
16% attualità
20% socialità
SALERNO (SA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2009
Evidentemente le Sue adiposità avevano spessori diversi che andavano ben valutati, attraverso una misurazione plicometrica e/o ecografica, prima di iniziare le sedute...
Una valutazione "ad occhio" fatta dall'estetista può comportare asimmetrie di questo tipo ed adeguamenti "in corso d'opera"...migliorativi.
Spero che la mia risposta sia stata per Lei...competente!
Cordiali saluti.