Utente 231XXX
Salve
Sono un ragazzo di 19 anni abituato da sempre a fare sport anche se mai a livello agonistico.Allenandomi cerco sempre di sottopormi a sforzi aerobici intensi.Pratico pugilato e gioco a calcio livello amatoriale.A volte, e ci tengo a precisare non sempre, mi capita ,a seguito di uno sforzo aerobico molto intenso e prolungato, di avvertire una sensazione di tachicardia , come se il cuore andasse troppo veloce.Questa sensazione di leggera tachicardia viene avvertita solo nei momenti di rifiatamento dallo sforzo.Come se il cuore per poco partisse da solo.Dura sempre pochi secondi e poi passa con il conseguente abbassamento dei battiti;non avverto ulteriori sintomi come giramenti di testa o altro e infatti continuo sempre tranquillamente l'attivita.Non mi succede quando corro per conto mio ed effettuo sforzi graduali ma solamente quando do proprio il massimo.Premetto che a parte qualche extrasistole poco fastidiosa non ho mai avuto problemi di alcun tipo volevo solo sapere se era necessaria una visita medica immediata anche se ripeto:non succedendo spesso non so se Potrebbe essere rilevata da un ECG .Volevo un parere perché, anche se non compromettente e molto breve, si tratta di una sensazione un po' anomala
Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Fabio Fedi
28% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Se non praticato di recente, è indicata l'esecuzione di un test da sforzo massimale, anche considerando l'intensità deli allenamenti cui si sottopone.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 231XXX

Iscritto dal 2011
Premetto che prenoterò a breve un test da sforzo massimale,ma dovendo continuare le mie attivita' fisiche e' il caso che le interrompa anche se questa sensazione non mi provoca particolari problemi?
La ringrazio nuovamente e cordiali saluti
[#3] dopo  
Dr. Fabio Fedi
28% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Dato che la sintomatologia compare solo in seguito a sforzi di particolare intensità, sarebbe prudente limitare l'attività fisica fino all'esecuzione del test da sforzo, praticando allenamenti blandi e poco impegnativi.
Cordiali saluti
[#4] dopo  
Utente 231XXX

Iscritto dal 2011
Ho effettuato una visita completa per l'idoneita' agonistica compresi ECG a riposo e sotto sforzo; considerato tutto nella norma.In seguito alla segnalazione del mio problema mi e' stato detto di stare tranquillo che l' ecg non ha rilevato nulla di anomalo e che il fatto di avere battiti molto alti con una sensazione di leggera tachicardia soprattutto nel recupero dallo sforzo intenso e' una cosa fisiologica essendo di breve durata e senza particolari sintomi.Mi e' stata concessa l' idoneita' per il calcio.Alla luce di tutto lei consiglia comunque di fare un test da sforzo massimale o continuare l'attivita' tranquillamente senza farsi eccessivi problemi?
La ringrazio e mi scuso nuovamente per il disturbo.
Cordiali saluti
[#5] dopo  
Dr. Fabio Fedi
28% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Se il test da sforzo è stato condotto secondo i comuni parametri di affidabilità, direi che ci si può fermare qui. Se al contrario la fase di esercizio fosse stata arrestata precocemente, o se malauguratamente avesse praticato l'obsoleto test di Masters (o test dei due gradini, privo di ogni significato diagnostico ma purtroppo ancora molto utilizzato negli ambulatori di Medicina dello Sport), sarebbe consigliabile la ripetizione del test presso uno studio specialistico cardiologico.
Cordiali saluti
[#6] dopo  
Utente 231XXX

Iscritto dal 2011
La ringrazio per la gentilezza e l'affidabilità
Cordiali saluti