Utente 231XXX
Salve, ho 35anni , in seguito ad un incidente stradale mi hanno diagnosticato una frattura scomposta del V° metacarpo della mano sx. Dopo un primo tentativo di riallineamento "manuale", mi hanno ingessato per una settimana senza risultato, e si è reso necessario l'intervento. Mi hanno operato dopo 12 g dal trauma inserendomi una mini placca Synthes e 5 viti (sono stato sotto i ferri 4 ore), con esito disastroso sembra causa della frammentazione con colasso osseo. Ebbene dopo 5 gg mi rioperano, rimozione placca e sintesi con 2 fili di K.Secondo Fuchet applicato tutore gessato. Dopo 26gg mi tolgono il gesso passati ormai 40 gg dall'ultimo intervento il decorso sembra regolare e all'ultimo controllo mi prescrivono la rimozione dei fili a breve.
Io però da un paio di giorni sento forti dolori al palmo della mano e al polso, il dorso appare tumefatto e gonfio, la pelle squamata e la rigidità delle dita permane (il mignolo praticamente non lo muovo) in più emotivamente sono stressato da problemi lavorativi e familiari, ricercando sul web ho trovato "algodistrofia" e dai sintomi mi sono allarmato....vorrei una sincera opinione sul mio caso da un esperto, Cordialmente Vi ringrazio
[#1] dopo  
Dr. Umberto Donati
40% attività
16% attualità
20% socialità
BOLOGNA (BO)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Non è possibile a distanza, senza averLa visitata e solo in base a quanto descrive dare "una sincera opinione". Qui non servono "opinioni sincere" ma diagnosi. E' possibile che si tratti di un'algodistrofia ma occorre accertarlo con la visita diretta, e in caso che ciò venga confermato prescrivere le terapie appropriate, seguirLa nel percorso, ecc.
Il consiglio più utile è di consultare gli ortopedici che L'hanno operata per chiarire con loro i Suoi dubbi, perché possano valutare il quadro clinico.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 231XXX

Iscritto dal 2011
Grazie mille, domani mi recherò presso l'ospedale dove mi hanno operato visto che i dolori permangono.