Utente 231XXX
Salve
sono un ragazzo di 28anni ed è da circa 2mesi che sto vivendo nell'angoscia di aver contratto il virus dell'hiv.
Ad Ottobre ho avuto un rapporto con una ragazza a me sconosciuta.Il rapporto è avvenuto con preservativo,ma non i preliminari.Nello specifico ho effettuato un cunnilingus(solo stimolando con la lingua il suo clitoride,non sono entrato dentro la sua vagina).Durante il rapporto sessuale poi ripeto con preservativo,mi sono accorto che su di esso vi erano delle macchie di sangue,le erano appena arrivate le mestruazioni.Ho interrotto il rapporto spaventato da tale visione e subito ho iniziato a pensare al peggio.La ragazza ha cercato di rasserenarmi dicendomi che lei non era affetta da hiv,ma come posso aver io la certezza!?
Nei due mesi a seguire,vivendo nel totale terrore,ho avuto:
-fastidio ai lati del "pomo d'adamo,nel collo.
-qualche lieve dolore muscolare all'avambraccio dx e al polpaccio dx
-catarro(durato quasi 2/3settimane)
-diversi brufoli sui glutei
-fastidio sotto l'ascella dx,senza però la comparsa di gonfiamenti o punti.
-sensazione di calo di pressione
-lo scorso giovedi è comparso un gonfiore sotto l'occhio,credo si tratti di orzaiolo

Per il resto,non mi è comparso nessun altro sintomo che possa esser affine ai neo contagiati di hiv,tipo nausea,mal di testa,eruzioni cutanee,dolori articolari,perdite di sangue o vomito.
I sintomi da me elencati possono esser riconducibili ad un contagio di hiv?'
Il fatto di pensare per quasi tutto il giorno se ho l'hiv puo avermi creato dello stress e avermi generato i fastidi che ho elencato?
[#1] dopo  
Dr. Gino Alessandro Scalese
52% attività
8% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
Gentile utente in attesa del consulto di altri colleghi,
numerose sono le richieste simil alle sue e l'unico modo per potersi rassicurare definitivamente è eseguire il test per l'HIV.