Utente 230XXX
Ho un problema all'occhio sinistro che si ripresenta puntualmente da circa 10 anni (DIECI!) e col quale proprio non riesco più a convivere.

I sintomi che accuso, periodicamente, sono quelli della blefarite con infiammazione della congiuntiva: sono presenti a volte orzaioli, a volte calazi (non ho mai capito la differenza fra le due manifestazioni); a volte è stata diagnosticata una cheratite, a volte una semplice congiuntivite batterica, altre volte "allergica", altre volte da stress per utilizzo di LAC. Insomma, dopo anni, mi ritrovo con un centinaio di carte inutili che non hanno fatto chiarezza sulla mia situazione gettandomi solo nello sconforto più totale per l'inutilità dei rimedi utilizzati. Il problema a volte scompare per mesi, poi ricompare puntuale e si ricomincia tutto da capo con un nuovo dottore. Questo probabilmente a causa delle infinite cure somministrate che mi confondono anche sul da farsi quando il problema si ripresenta.

Che sia un problema di sinusite? Di allergia alle mie stesse lacrime? Di malocclusione dentale? Posturale? Virale?

Ho una forte miopia e anche astigmatismo e in seguito alle ultime cure ho visto peggiorare la qualità della mia vista all'occhio colpito da questa misteriosa patologia. Sono anche comparse delle "mosche volanti" che prima non c'erano e la cosa mi infastidisce terribilmente. Ho l'occhio circondato da 4-5 brufoletti e rossore, ma questo è un sintomo completamente nuovo: quello che invece è ricorrente, di solito, è rossore e secchezza e dolore con calazi e orzaioli. Questa volta invece non ho rossore ma solo gonfiore delle palpebre e vista peggiorata nell'occhio in oggetto.

Mi consigliereste una serie di analisi/indagini diagnostiche da effettuare per dipanare questo groviglio di diagnosi superficiali con un approccio "totale" al mio problema?
[#1] dopo  
Dr. Luigi Marino
56% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2004
Prenota una visita specialistica
direi che l'approccio deve essere per forza multidisciplinare

medico internista

dermatologo

allergologo

medico oculista

se riesce faccia un salto in ISTITUTO
[#2] dopo  
Utente 230XXX

Iscritto dal 2004
In Istituto c'è la possibilità di avere questo approccio multidisciplinare? In tal caso non ci penserei due volte!!