Utente 154XXX
Buonasera,
vorrei un consulto su un certo problema che ho da qualche giorno.

Ho un linfonodo inguinale sinistro (o almeno quello che io credo sia un linfonodo) abbastanza gonfio da quest'estate che però era rimasto asintomatico e si era anche sgonfiato (palpando così mi è sembrato).
Da qualche giorno a questa parte ho notato di nuovo il gonfiore e adesso ho dei doloretti di tipo trafittivo/pungente al suddetto linfonodo e inguine, perlopiù a sinistra ma a volte anche a destra. Questi dolori o a volte sensazione di fastidio si diramano verso la coscia (dietro e interno coscia), qualche volta fino alla gamba.
Inoltre capitano anche lievi fitte al basso ventre, insomma, tutta la zona pubica e ovarica, anche nella zona corrispondente dietro.
Ho notato anche che se mentre urino mi sforzo leggermente contraendo, mi duole la zona inguinale. Detto questo, non ho alcun problema ad urinare ne ho dolori mentre lo faccio normalmente.
Altri sintomi generali da qualche giorno a questa parte sono vari dolori intercostali, di solito a sinistra (ne ho sempre sofferto un pò) e più aria intestinale del solito, sintomi che non so se si possono collegare al linfonodo etc.
Ovviamente sono molto preoccupata, sono abbastanza ipocondriaca e ho sofferto un anno fa di ansia e attacchi di panico; potete immaginare che penso sempre al peggio in ogni occasione.

Di che si potrebbe trattare? A quale specialista potrei rivolgermi? Devo preoccuparmi?

Grazie molte per l'attenzione.
[#1] dopo  
Dr. Sergio Sforza
36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Gentile utente, da quello che descrive, la sua è una diagnosi non confermata da un medico, quindi le consiglio prima di attivare un iter diagnostico-terapeutico, di far valutare la problematica al curante, il quale se sicuro della sospetta diagnosi, potrà già attivare la richiesta di eventuali esami, oppure potrà affidarla ad uno specialista per competenza.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 154XXX

Iscritto dal 2010
Grazie per la risposta.

Il mio medico curante mi ha visitata, ma ha attribuito il linfonodo a una cosa che a me sinceramente sembra assurda... ovvero a una mia attuale riacutizzazione psoriasica (soffro di psoriasi). Non mi era mai successo in 10 anni che ne soffro... non vedo perchè dovrebbe essere questa la causa sinceramente.
Vorrei avere qualche altro parere.

Da un paio di giorni accuso sintomi influenzali e febbre 37, 37,2 soprattutto verso la sera.
Per il resto il linfonodo è sempre lì e duole, ho dolori intercostali e allo sterno (dolori non forti e momentanei), ai glutei e alla zona sopra i glutei (altezza reni).
In più come già detto sto un pò soffrendo di aerofagia con annessi dolori.

Circa 20 giorni fa ho effettuato un ciclo di cortisone+vitaminab12 (se interessa controllo la ricetta per dettagli più specifici riguardo dosi etc.), prescritto dal mio dermatologo, per la psoriasi appunto ed un sospetto problema alla colonna... onestamente stavo bene prima in tutti i sensi... da quando ho finito il ciclo (3 giorni consecutivi e poi 2 a giorni alterni), la psoriasi è peggiorata... e dopo 20 giorni tutti questi sintomi qua.

Secondo lei è possibile ricollegare in qualche modo le iniezioni subite al mio attuale stato? Considerando che a volte sento dolore proprio dove ho ricevuto le iniezioni (alto gluteo) e esattamente nei punti dove mi faceva male dopo ogni iniezione (sopra il gluteo, sempre altezza rene).

So che ciò che scrivo è piuttosto confuso e forse appare senza senso, ma lo sono anch'io e tanto preoccupata, non so dove "sbattare la testa".

Grazie ancora,
Distinti saluti
[#3] dopo  
Dr. Sergio Sforza
36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Gentile utente, riguardo alle considerazioni del curante e del dermatologo, bisogna dare credito visto che gli stessi l'hanno visitata, anche perchè credo che se fossero state diverse le ipotesi riguardo la natura del linfonodo le avrebbero consigliato una visita specialistica diversa. In riferimento al dolore in sede di puntura intramuscolo, la cosa non è infrequente soprattutto in relazione all'utilizzo di determinati farmaci.
Saluti