Utente 515XXX
Salve a tutti, scrivo qui sperando di avere qualche risposta esauriente (ove possibile) su cio' che mi accade ultimamente..

Cinque giorni fa, ho avuto un normalissimo rapporto con la mia partner. Due giorni dopo questo rapporto abbiamo riscontrato entrambi dei forti pruriti con secchezza e perdita di pelle agli organi genitali.. (lei alla vagina io al pene..)
In questi 3 giorni, ho voluto attendere per vedere se cio' era una piccola infezione temporanea e aspettare che passasse semplicemente lavandomi i genitali con molta cura usando saponi antibatterici (marsiglia).
Purtroppo sono passati gia' 4 giorni dall'inizio di questi sintomi e non e' ancora cambiato nulla..
il primo giorno in cui sono apparsi questi sintomi, il prepuzio era molto gonfio e mi dava un notevole prurito.. ora dopo molti lavaggi accurati, e' tornato alla normalita' anche se mi sembra che sia di plastica, rigido e lievemente arrossato.. mi spiego meglio: Durante la masturbazione mi si secca la pelle attorno al glande e al prepuzio.. inoltre mi si secca il frenulo e mi da' un acuto fastidio (sopportabile)di conseguenza mi si stacca la pelle in piccole parti sia dal glande che dal prepuzio (la pelle che si e' seccata viene via)
Ora volevo sapere se c'era un rimedio a questa infezione, se tale si puo' definire.. e volevo inoltre sapere se puo' essere cronica.. (certi siti dicono proprio cosi') e come fare precisamente per guarire, sempre che si possa guarire.. a chi rivolgermi e se e' possibile, prima di andare da un medico/andrologo/dermatologo se e' possibile diagnosticare con tamponi o simili che si trovano in farmacia..

ps: non penso che sia necessario l'uso di creme idratanti visto che ho 22 anni e fino a 4 giorni fa' non ho avuto nessun problema al pene, penso invece che mi serva un antibiotico che combatta questa specie di "virus"

Vi ringrazio per le risposte :)

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Luigino Bellizzi
24% attività
4% attualità
0% socialità
SAPRI (SA)
Rank MI+ 28
Iscritto dal 2004
Gentile utente
credo che fare da soli e male puo'aggravare il suo problema,si rivolga con fiducia al suo medico e agli specialisti che lui ritiene opportuno consultare.Cordiali saluti
[#2] dopo  
Dr. Roberto Mallus
36% attività
12% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2003
Gentile utente,
concordo in pieno con quanto Le è stato consigliato dal collega Bellizzi.
Cordiali saluti
[#3] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
non credo che servizi di consulti medici on-line possano sostituire il rapporto che ognuno di noi dovrebbe avere con il proprio Medico di fiducia. A volte navigare su Internet alla ricerca di notizie su segni o sintomi di patologie che si ritiene di accusare, comporta solo inutili e a volte pericolose perdite di tempo.
Credo che la soluzione dei suoi problemi sia sempre e solo quella di rivolgersi SUBITO al proprio medico che, conoscendola bene, saprà senz'altro consigliarLa per il meglio. Spenga il collegamento alla rete per qualche giorno!
Le invio i migliori auguri per una completa e pronta guarigione.
Prof. Giovanni MARTINO
[#4] dopo  
Dr. Marcello Stante
28% attività
0% attualità
12% socialità
TARANTO (TA)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
caro amico,
dermatologo o altro specialista il fdai da te in questi casi è dannoso e complica spesso il buon esito, anche dopo la visita specialistica
provvedi
ti saluto
Dr M Stante
[#5] dopo  
Utente 515XXX

Iscritto dal 2005
Grazie per le risposte, oggi pomeriggio provvedo ad andare dal medico che assegna l'ASL a ogni famiglia e sentiamo che mi dice.. visto che dermatologi e andrologi sono un po' troppo costosi per le mie tasche (dermatologi 70€ andrologi 120€)

:-(