Utente 126XXX
Gentili Dottri,
ieri sera mio padre ha accusato un forte dolore al petto, formicolio al braccio sx senso di soffocamento e gola secca! Diceva anche che si sentiva infuocato.. al che non ci ho pensato 2 volte ci siamo recati subito al pronto soccorso. Gli hanno effettuato subito un ECG ed il prelievo del sangue per gli enzimi, il tracciato era regolare, mentre la pressione era abbastanza alta! 120la minima 170 la massima! Gli hanno dato una pillolina sotto la lingua (non ho saputo cosa era ma mi han detto che nn era il lasix). Quando il dottore lo toccava in petto mio padre in pratica sobbalzava, il dottore dice che quello era un dolore intercostale. In ogni caso gli hanno fatto fare un consulto cardiologico e ripetuto l'ECG tutto negativo anche gli enzimi... mentre la pressione era ancora altina... Dopo 2 ore tutto è tornato nella norma e la pressione ristabilita. Il medico del PS dice che forse la terapia che segue nn fa più effetto. Mio padre cmq è un iperteso,prende una pillola al mattino(nn ricordo il nome), norvasc il pomeriggio e Denormin la sera. Sarebbe il caso di andare da uno specialista? E valutare di cambiare la cura in atto? Stamani si recherà dal medico curante per raccontare l'episodio e prendere eventuali precauzioni. V ringrazio per la disponibilità.
Cordiali Saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Il fatto che il dolore si esacerbasse con la digitopressione esclude la genesi cardiaca del dolore stesso.
Resta il fatto che la terapia in atto parrebbe non essere sufficiente. Ne aprli con il cardiologo che ha in cura suo padre
cordialmente
cecchini
www.cecchinicuore.org