Utente 108XXX
spett.le staff medicitalia, sono stato operato aprile 2009 per ernia iatale con fundoplicatio tipo nissen, per un periodo ho avuto problemi di crisi ipoglicemiche causate da dumping syndrome presumibilmente secondo il gastroenterologo in seguito ad una lesione del nervo vago,per il momento questo problema sembra superato pero' continuo ad avere una gas bloat che tende a peggiorare nel tempo; pensate ci possa essere una soluzione chirurgica a tale problema?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Roberto Rossi
40% attività
16% attualità
16% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Gentile signore, la dumping syndrome rappresenta uno degli effetti legati alla resezione gastrica quando cioè lo stomaco viene asportato o resecato e di conseguanza viene a perdere la funzione di serbatoio degli alimenti. Questo cuusa la rapida progressione degli ingesti verso l'intestino.La sindrome si presenta in alcuni soggetti subito dopo il pasto con senso di calore,sudore,nausea,vomito,diarrea,cefalea ,talvolta tachicardia e solitamente termina con un attacco di diarrea acquosa.Tale quadro di "dumping precoce" ha come caratteristica una iperglicemia transitoria. Meno frequente è il "Dumping tardivo" che coincide con una fase ipoglicemica e compare a 3-4-ore dal pasto.
Questo per dirle che appare piuttosto singolare che tali disturbi siano stati posti in relazione all'intervento di fundoplicazio a cui è stato sottoposto immagino con tecnica laparoscopica.
Infatti anche se fosse stato leso il nervo vago o più presumibilmente il nervo di Letarjet i disturbi dovrebbero essere correlati più ad un problema di svuotamento gastrico difficoltoso che ben si accorda invece con il disturbo di gonfiore gastrico che riferisce. Il consiglio è pertanto quello di rivolgersi al centro presso cui è stato sottoposto all'intervento per programmare un eventuale controllo della plastica antireflusso e della sua calibrazione per una eventuale procedura correttiva nel caso che vi sia stata una ipercorrezione.
[#2] dopo  
Utente 108XXX

Iscritto dal 2006
Grazie per la sollecita risposta, il danno vagale probabilmente postumo all'intervento eseguito in laparoscopia e'stato diagnosticato dal gastroenterologo in base ai sintomi, per quanto riguara la dumping avovo prevalentemente sintomi di dumping tardiva circa 3 - 4 ore dopo i pasti
con crisi ipoglicemiche importanti anche sotto a 50.
un'ultima domanda: da quando ho subito questo intervento ho avuto problemi a non finire, e' possibile sciogliere la plastica e ripristinare la condizione iniziale ?
[#3] dopo  
Dr. Roberto Rossi
40% attività
16% attualità
16% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2011
L'intervento ha crato nei tessuti interessati alla procedura variazioni anatomiche che difficilmente possono essere eliminate. Però sarà il chirurgo che dopo i controlli anche di tipo strumentale potrà dare una risposta in merito.