Login | Registrati | Recupera password
0/0

Frattura amielica di d12

(archivio consulti: per vedere la pagina aggiornata clicca QUI)
  1. #1
    Utente donna
    Iscritto dal
    2011

    Frattura amielica di d12

    Salve, vi descrivo quanto mi è capitato: ero a piedi e sono stata investita da un'automobile, soccorsa e ricoverata con codice giallo e prognosi di" frattura amielica di D 12" con esami e prognosi: guaribile in 30 giorni. Esami eseguiti: torace ( 2 pr) colonna dorsale (2 pr) lombo sacrale (2 pr) colonna sacro-coccigea (2 pr) con referto: Rx torace-esame eseguito in unica proiezione A-P, in clinostatismo obbligato u tavola spinale, in regime di urgenza. Non lesioni pleuro-parenchimali in fase attiva.
    Compatibilmente con la metodica A-P in clino statismo: fascio cardio-vascolare nei limiti della norma. Rx rachide tratto dorsale - LS-coccige: scoliosi sinistro-convessa del tratto medio lombare. La limitante somatica superiore nel suo tratto anteriore del corpo di D12 appare nettamente avvallata come da recente frattura amielica. Regolare muro posteriore vertebrale. Dimessa dopo 3 giorni di ricovero con diagnosi. frattura amielica di D12 terapia con vari medicinali e prescrizione di busto tipo campci35 per 3 mesi.Dopo 34 giorni sono tornata a visita ortopedica e Rx rachide dorso lombare(2pr) e colonna lombo-sacrale(2pr)con referto:lieve avvallamento e sclerosi della limitante somatica superiore con irregolarità del muro anteriore per esiti di frattura di corpo di D12 in via di consolidamento.Dopo altri 63 giorni sono ritornata alla visita ortopedica e Rx colonna toracica(dorsale) con referto definitivo: riduzione in altezza del soma di D12 per esiti consolidati di frattura.Nella norma i restanti metameri e consiglio di rimozione graduale del busto ortopedico,10 sedute di tens e altri massaggi.Dopo altri 41 giorni visita ortopedica con chiusura:quadro stabilizzando con dolore sul focolaio della frattura e postumi da quantificare per un totale di 141 giorni di cui 3 in ospedale, ora sto relativamente bene ma non faccio le stesse cose alla stessa maniera di prima e mi stanco più facilmente.Il danneggiante ha fatto regolare denuncia alla sua compagnia di assicurazione.POTETE FARMI UNA VALUTAZIONE COMPLETA DEL DANNO BIOLOGICO PERMANENTE? Ho 52 anni,donna casalinga e moglie di artigiano.Per almeno 110 giorni dei 141 totali mio marito e mia figlia mi hanno sostituita e supportata in tutto e un altro figlio studia fuori.Secondo quale tabella saranno valutati i postumi?Quella fino al 9% o quella oltre il 9% delle guide medico-legali? E ad ambedue le tabelle ai fini del calcolo dell'importo si applica il coefficiente moltiplicatore?
    Il liquidatore della compagnia di assicurazione può opporre difficoltà all'uso delle tabelle delle guide medico legali?
    RIingrazio in anticipo la vostra risposta.
    Per scadenza termini ci urge gentile risposta.











  2. #2
    Indice di partecipazione al sito: 1216 Medico specialista in: Medicina legale e delle assicurazioni
    Igiene e medicina preventiva

    Risponde dal
    2009
    "POTETE FARMI UNA VALUTAZIONE COMPLETA DEL DANNO BIOLOGICO PERMANENTE?"

    Gentile Signora,
    non esageriamo, possiamo solo darle delle indicazioni, perché senza una visita medica sarebbe assai scorretto e per niente professionale fare una valutazione precisa del danno.

    Secondo le più comuni tabelle per gli esiti di una frattura amielica della 12a vertebra dorsale la valutazione media è del 8-10% in risarcimento civile, 5% in tabella ANIA e 11-13% nella vecchia tabella INAIL DPR 1124/1965, mentre nella nuova tabella del danno biologico INAIL secondo DM del 2000 la valutazione va fino al 10%.

    Detto questo, in ambito di RCauto, solo con una visita medico-legale si può stabilire se il suo danno biologico rientri nella valutazione nelle micropermanenti (quelle fino al 9%) oppure le superi.

    danno biologico
    http://www.medico-legale.it/showPage.php?template=articoli&id=3
    Per calcolare il tuo danno biologico
    http://www.medico-legale.it/showPage.php?template=articoli&id=10

    Cordiali saluti.


    Mario Corcelli, MD
    Milano - specialista Medicina Legale e Igiene-Tecnica Ospedaliera
    http://www.medico-legale.it

  3. #3
    Utente donna
    Iscritto dal
    2011
    Gentile dottore la ringrazio vivamente per la risposta e la tempestività.
    Per l'occasione vorrei chiederle alcuni chiarimenti; dopo avermi visitata il mio medico legale ha valutato la percentuale di danno biologico permanente con le tabelle di legge NELLE QUALI PERO' NON è CONTEMPLATA LA D12, ma solo dalla prima alla decima dorsale che hanno da 4 a 6 punti, quindi mi ha dato 6 punti. Per cui le chiedo: c'è una tabella di legge per le valutazioni micro permanenti utilizzabile per il medIco legale che comprenda anche la D12? Se la risposta è no, le guide medico legali contengono le tabelle che valutano la D12? Hanno lo stesso valore? Si possono usare nel mio caso anche se si tratta di micropermanenti? La prego se le è possibile mi alleghi nella risposta le tabelle a cui si è riferito nella risposta precedente della " valutazione media 8-10% in ambito RC auto" oltre alle tabelle cui vorrà riferirsi nella risposta alla presente.
    Sono ancora una volta costretta a chiederle nei limiti delle sue possibilità la stessa gentilezza e tempestività che già ci ha riservato una volta.

    Cordiali Saluti



  4. #4
    Indice di partecipazione al sito: 1216 Medico specialista in: Medicina legale e delle assicurazioni
    Igiene e medicina preventiva

    Risponde dal
    2009
    certo che vi è la D12, essendo una vertebra di cerniera tra le dorsali e le lombari, per la valutazione si adotta quella per la 1a vertebra lombare

    le tabelle a cui mi riferivo sono quelle più in uso da parte dei medici legali
    (Luvoni-Bernardi-Mangili o Ronchi-Mastroroberto-Genovese)

    nella tabelle delle micropermanenti, allegate al Decreto 3.7.2003 si legge
    "esiti dolorosi di frattura...dello spigolo antero-superiore...di una vertebra senza schiacciamento del corpo" la valutazione va dal 2 al 6%

    senza schiacciamento vuol dire che se vi è uno schiacciamento (quella che i radiologici chiamano deformazione a cuneo o cuneizzazione), il punteggio aumenta in base alla entità dello schiacciamento del corpo della vertebra


    Mario Corcelli, MD
    Milano - specialista Medicina Legale e Igiene-Tecnica Ospedaliera
    http://www.medico-legale.it

  5. #5
    Utente donna
    Iscritto dal
    2011
    Scusatemi un ulteriore chiarimento, il mio referto definitivo dell'ospedale dice: riduzione in altezza del soma di D12 per esiti consolidati di frattura, questo è sinonimo di schiacciamento o cuneizzazione?
    Quale che sia il punteggio ai fini del calcolo dell'importo si applica il coefficiente moltiplicatore?
    Grazie
    Distinti saluti



  6. #6
    Indice di partecipazione al sito: 1216 Medico specialista in: Medicina legale e delle assicurazioni
    Igiene e medicina preventiva

    Risponde dal
    2009
    la cuneizzazione va valutata visionando la radiografia


    Mario Corcelli, MD
    Milano - specialista Medicina Legale e Igiene-Tecnica Ospedaliera
    http://www.medico-legale.it

  7. #7
    Utente donna
    Iscritto dal
    2011
    In presenza di osteopenia il valore delle tabelle per danno bologico permanente, va maggiorato, ridotto, o resta invariato?



  8. #8
    Indice di partecipazione al sito: 1216 Medico specialista in: Medicina legale e delle assicurazioni
    Igiene e medicina preventiva

    Risponde dal
    2009
    no, quello che conta è il grado di cuneizzazione del corpo vertebrale e la limitazione dei movimenti del rachide


    Mario Corcelli, MD
    Milano - specialista Medicina Legale e Igiene-Tecnica Ospedaliera
    http://www.medico-legale.it

  9. #9
    Utente donna
    Iscritto dal
    2011
    Gentilissimo dottore, avendo letto l'articolo n°38 del D.Legislativo 7 Settembre 2005 n°209.
    Alla voce"menomazioni preesistenti" che dice: "nel caso in cui la menomazione interessi organi o apparati già sede di patologie le indicazioni date dalla tabella andranno modificate a seconda che le interazioni tra menomazioni e preesistenze aumentino ovvero diminuiscono il danno da lesione rispetto ai valori medi......ecc."
    Può spiegarmi meglio questo concetto e se influisce sui punti in tabella?
    Relativi alla frattura in oggetto?
    Non vorrei che l'osteopenia nella valutazione del medico dell'assicurazione fosse a mio sfavore.

    Grazie e Crodiali Saluti



  10. #10
    Indice di partecipazione al sito: 1216 Medico specialista in: Medicina legale e delle assicurazioni
    Igiene e medicina preventiva

    Risponde dal
    2009
    si parla di menomazioni preesistenti, che in alcuni casi, se concorrono ad aggravare il quadro funzionale, possono anche dare luogo ad un aumento del punteggio

    nel suo caso l'osteopenia non è una menomazione, perché per menomazione si intende la limitazione funzionale di un organo o di un apparato o distretto scheletrico;
    perciò, stia tranquilla, la sua osteopenia non influirà né in meno né in più sui punti in tabella


    Mario Corcelli, MD
    Milano - specialista Medicina Legale e Igiene-Tecnica Ospedaliera
    http://www.medico-legale.it

  11. #11
    Utente donna
    Iscritto dal
    2011
    Potrebbe consigliarci un medico legale di cui conosca comprovata esperienza su Taranto, Bari o Matera?

    Grazie, Cordiali Saluti




Discussioni Simili

  1. Aggravamento infermità
    in Medicina legale e delle assicurazioni
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 19/04/2011, 11:04
  2. Autopsia per infarto su corpo tumulato
    in Medicina legale e delle assicurazioni
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 22/12/2010, 01:19
  3. Fimosi e carabinieri
    in Medicina legale e delle assicurazioni
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 04/05/2010, 18:06
  4. Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 09/11/2013, 16:08
  5. Esiti di una operazione chirurgica fallita
    in Medicina legale e delle assicurazioni
    Risposte: 7
    Ultimo Messaggio: 13/11/2013, 17:37
ultima modifica:  14/04/2014 - 0,14        © 2000-2011 medicitalia.it è un marchio registrato di MEDICITALIA s.r.l. - P.I. 01582700090 - staff@medicitalia.it - Fax: 02 89950896