Utente 231XXX
da circa dieci anni ho un dolore acuto vicino all'unghia del dito medio della mano sinistra: il mio ortopedico, sospettando un tumore glomico, mi ha fatto fare una risonanza magnetica ma da questa non si riesce a vedere nulla. Il dottore ha ipotizzato che questo tumore sia troppo piccolo per essere visibile. A questo punto non so cosa fare: i sintomi mi sembrano uguali a quelli da voi descritti per altri casi, ma non avendo un riscontro effettivo non so come procedere. Il dolore è comunque insopportabile e se per caso urto il dito contro qualche superficie mi sembra di svenire (anche un'amichevole stretta di mano mi terorizza!). Potreste darmi consigli sul da farsi? Che altri esami fare? Come procedere? A quale centro o specialista rivolgermi? Ve ne sarei infinitamente grata perchè pensare di andare avanti tutta la vita con questo fastidio mi preoccupa molto

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Gentile Signora,

le consiglio di rivolgersi ad un buon ecografista e di farsi fare un'ecografia del polpastrello con sonda dedicata ad altissima frequenza.
Questo esame, se ben eseguito, potrebbe vedere quello che la R.M. non ha visto (è infatti sufficiente che le "fette" siano troppo distanziate tra loro, che la piccola neoformazione sia capitata proprio nello spazio compreso tra due "fette").

Buona giornata.
[#2] dopo  
Utente 231XXX

Iscritto dal 2011
gentile dottore, la ringrazio molto per avere risposto alla mia richiesta. potrebbe consigliarmi un buon centro dove rivolgermi a roma o è un esame che posso fare ovunque?
grazie
(ps: il vostro sito è utilissimo!)
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Può farlo in qualunque centro, pubblico o privato, dotato di questo tipo di sonda: basta chiedere prima di prenotare, oppure rivolgersi al suo medico curante, che certamente la saprà indirizzare.

Buona serata.
[#4] dopo  
Utente 231XXX

Iscritto dal 2011
gentile dottore ho eseguito su suo consiglio la risonanza magnetica ma anche da questo esame non si è riuscito ad evincere nulla. Il mio problema però purtroppo persiste dandomi notevoli disagi: la punta del dito sul lato destro dell'unghia è dolorante anche durante la giornata (non solo quando ci sbatto o sfioro qualcosa) e il dolore percorre tutto il braccio arrivando sotto l'ascella sinistra dove è presente anche un piccolo linfonodo (rilevato durante un esame mammografico). A questo punto non so veramente cosa fare: l'idea di sopportare per tutta la vita questo fastidio senza poter fare nulla mi sembra insostenibile
[#5] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Gentile Signora,

ma se non erro le avevo consigliato di fare un'ecografia con sonda ad alta frequenza, non una risonanza.....

Il problema è che, oltre al limite di risoluzione della R.M., trattandosi di lesioni spesso molto piccole, occorre che la distanza tra le "fette" effettuate dalla macchina non siano troppo distanti tra loro, e quindi non "cadano" proprio nel punto in cui si trova il nodulino.

Buon pomeriggio.
[#6] dopo  
Utente 231XXX

Iscritto dal 2011
gentile dottore, mi sono sbagliata a parlare di risonanza magnetica: ho fatto l'ecografia del polpastrello con sonda ad altissima frequenza come lei mi aveva consigliato, ma anche da quest'ultima non si evince nulla: che mi consiglia a questo punto? Sto cominciando a preoccuparmi di non riuscire a risolvere questo problema
grazie
[#7] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
A me è capitato un caso di una paziente con un dolore intensissimo all'estremità del polpastrello, che durava da molto tempo, di cui non si riusciva a trovare la causa.

Sono riuscito a risolverle il problema facendo un paio di infiltrazioni locali di cortisone nel punto esatto in cui aveva dolore: non sono mai riuscito a capire quale fosse la causa.....
[#8] dopo  
Utente 231XXX

Iscritto dal 2011
gentile dottore dato che abito a roma, (verrei tanto volentieri da lei se potessi pur di risolvere questo fastidio insopportabile!) potrebbe suggerirmi il nome di un suo collega di roma a cui potrei rivolgermi o il nome di un ospedale o istituto dove poter fare un trattamento di questo tipo?
grazie
[#9] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Purtroppo non posso farle un nome in particolare.

Può però rivolgersi a:

http://www.sicm.it/regioni_soci.html?sigla=%28RM%29&re=7

Buona domenica.