Utente 207XXX
Gentile medico, sono una ragazza di 21 anni e ho appena ritirato gli esami del sangue. Mi può aiutare a decifrarli?

PROFILO EMATOLOGICO
Citometria (tutti nella norma rispetto ai valori di riferimento)
Conteggio differenziale dei leucociti (tutti nella norma rispetto ai valori di riferimento)

B-LUC 1,3 %
B-VES 63 mm/h

BIOCHIMICA CLINICA GENERALE (tutti nella norma rispetto ai valori di riferimento)

PROTEINA C REATTIVA 10,4 mg/L

PROFILO URINARIO (ESAME STANDARD DELL'URINA)
Esame chimico-fisico (tutti nella norma rispetto ai valori di riferimento)
Esame microscopico del sedimento in citofluorimetria (tutti nella norma rispetto ai valori di riferimento) apparte UV-BATTERI 251

VIROLOGIA
AB ANTI MORBILLO IgC fortemente positivo
AB ANTI MORBILLO IgM negativo

Ecco, direi che sono tutti nella norma apparte la VES e la PCR (negli esami di maggio PCR era a 33, per un forte mal di gola al momento del prelievo).
Secondo lei vanno bene o c'è bisogno di qualche accertamento visto che questi due valori sono sopra la norma?

Le do qualche informazione su di me:
Soffro di cervicale.
Assumo Nuvaring da giugno.
Circa una settimana prima di fare gli esami (inizio dicembre) ho avuto parecchio raffreddore, poi mi è passato e ho fatto gli esami, ma ora, dopo 2 settimane ho notato che sotto le orecchie (particolarmente quello sinistro) tra il lobo e la mandibola, sento un linfonodo ingrossato leggermente, che mi duole un pò. Ho anche un pò di catarro.

Talvolta avverto un dolore-fastidio al fianco sinistro, soprattutto se palpo la zona iliaca o se inspiro o espiro profondamente.
La dottoressa mi aveva detto che si trattava di colite (va avanti da maggio questo dolore, anche se non continuativo, tanto che credevo coincidesse con l'assunzione di nuvaring), ma in questo periodo non ho diarrea, anzi, sono stata anche 2 giorni senza andare in bagno e ho molta aria.
Sento sollievo al fianco sinistro dopo la defecazione, ma talvolta lo avverto anche di notte, seppur leggero e sopportabile. Il "dolore" non è mai continuativo e fisso: a volte se inspiro profondamente o palpo la zona lo sento e mi duole.
Sono una persona molto ansiosa e non vorrei preoccuparmi ulteriormente... Cosa ne pensa?

La ringrazio moltissimo per la sua disponibilità, Le porgo i migliori saluti e tanti auguri di buone feste
[#1] dopo  
Dr. Serafino Pietro Marcolongo
56% attività
12% attualità
20% socialità
SALERNO (SA)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2009
Prenota una visita specialistica
Gent. utente,
l'alterazione dei valori indicati con reattività linfonodale conferma un processo infiammatorio (prime vie aeree) in atto al momento del prelievo. Si lasci consigliare un'adeguata terapia dal Suo Curante e, per una Sua tranquillità, ripeta pure il controllo a guarigione avvenuta.
Buone Festività anche a Lei.
Cordialmente.