Utente 156XXX
Anni or sono mi operai di fistola perianale e successivamente subii un incisione per facilitare il drenaggio. Da anni ogni tanto la fistola va in suppurazione ed io aspetto che la natura si sostituisca all uomo drenando naturalmente. Stamani è di nuovo acceduto ma la febbre persiste anche se pochi decimi e non drena di contino. Sarebbe opportuno prendere un antibiotico o questo fermerebbe la formazione del pus? Cosa mi consiglia? Grazie.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Roberto Rossi
40% attività
16% attualità
16% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
No l'antibiotico non è indicato. E' necessario che venga visitato dal proctologo per il trattamento corretto. Potrebbe essere il caso di valutare la possibile presenza di un ascesso perianale.
[#2] dopo  
Dr. Lucio Pennetti
32% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2009
A volte semicupi con acqua calda ed aggiunta di disinfettante(tipo Betadine soluzione),detergono la zona e facilitano la fuoriuscita eventuale di materiale purulento.In alternativa la banale borsa di acqua calda.Risolta la fase acuta,sarebbe il caso di pensare ad un trattamento chirurgico adeguato in quanto potrebbe modificarsi il percorso della fistola,Nel senso che invece di comunicare con l'esterno,potrebbe dirigersi nelle parti alte della pelvi.La gestione di fistole complesse è decisamente più problematica.
Saluti ed auguri