Utente 210XXX
salve a tutti, sono un ragazzo di 21 anni e da qualche mese ho un problema di eiaculazione precoce. Prima non ho mai avuto nessun tipo di problema è arrivato all'improvviso. ho fatto quindi una visita urologica. all'esplorazione rettale per verificare la prostata, è risultata leggermente dolorante alla palpazione. ho effettuato un esame colturale dello sperma ed un esame per la ricerca della clamydia, risultati entrambi negativi. il dottore mi ha prescritto l' Unidrox 600 mg per 10 giorni, cura che ma ha dato benefici solo per i primi giorni ed ora è tornato tutto come prima, anzi forse peggiorato perche anche il desiderio iniziava a calare. dopo un ultima visita il dottore ha pensato fosse magari dovuto ad un motivo psicologico, mi ha quindi prescritto il Seropram, perche vuole sfruttare il suo effetto collaterale per aiutarmi a ritardare l'eiaculazione.io mi fido del dottore, però ho qualche dubbio su quest'ultima cura, io non penso di avere qualche problema psicologioco, o per lo meno non del tutto, le mie eiaculazioni le sento sempre abbastanza faticose rispetto a prima, con meno sperma e piu denso, senza contare l'eicaulazione precoce che peggiora sempre piu. volevo sapere un vostro parere su questo tipo di terapia e se magari ci sono altri esami per verificare le mie condizioni prima di provare questa cura. ringrazio in anticipo, cordiali saliti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
se l' eiculazione precoce è psicogena, il rimedio principe è la psicoterapia. Personalmente uso poco i farmaci nei giovani che una volta sospesi torna daccapo. Se il problema è fisico si cura la causa scatenante.
Di qua non soo quale sia la causa del suo problema, in ogni casa nel 80% è psicogena.
[#2] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Car Utente,come Le é stato detto dall'andrologo di riferimento,la terapia con l'antidepressivo Le è stata prescritta per ritardare l'eiaculazione e non per problemi psichici,per cui o segue i dettami,o cambia specialista.E',indispensabile,a questo punto,porre una diagnosi andrologica a tutto tondo.Cordialità.
[#3] dopo  
Utente 210XXX

Iscritto dal 2011
grazie mille per la Vostra risposta. ritenete quindi che potrebbe una buona via da seguire o con questo farmaco non si ottengono risultati? essendo un antidepressivo ho avuto un pò di perplessità, vi ringrazio in attesa di risposta distinti saluti.
[#4] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...la strategia terapeutica,spesso,é volta a dimostrare al Paziente,che il meccanismo eiaculatorio si può inibire,ovviamente con la sinergia di varie figure professionali.Cordialità.