Utente 203XXX
Buongiorno,
son un ragazzo di 26 anni. Il mio desiderio sessuale si è svegliato tardi, dopo i 18 e, come accade agli adolescenti, ho avuto ed ho tuttora una forte carica sessuale. C'è stato un periodo quindi in cui mi masturbavo spesso e ho forzato il testicolo destro, causandomi dolore. Mi son quindi sottoposto a un'ecografia e mi è stato rilevata varicocele al testicolo sinistro mentre idrocele a quello destro, quello che appunto mi fa male (tra l'altro è più grosso del sinistro ma l'andrologo 3 anni fa mi disse che è normale). Il medico mi ha detto di stare tranquillo. Il punto è questo: se non mi masturbo per un paio di giorni, il testicolo di per sè non fa male, se inizio a masturbarmi inizia a farmi male, prima dell'eiaculazione e dopo. E' un dolore però non continuo, nel senso che dopo eiaculato se non tocco il testicolo non mi fa male ma se lo palpo o acavvallo le gambe allora sì. Tale dolore è più forte se la masturbazione è frequente. mentre scema se è meno frequente.
Le domande che vi pongo sono queste quindi:
1) è normale?
2) purtroppo, causa la mia forte pulsione sessuale, ho bisogno di eiaculare molto più della norma (per quel che ne posso sapere). E' vero che bisogna trovare un buon equilibrio anche perchè se non si eiacula e la voglia è forte fa male lo stesso ai testicoli?
Grazie infinitamente.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
vista le negatività di ecografia e visita tre anni fa direi normale, non è detto che libido faccia venire male ai testicoli. La stimolazione sessuale continua senza eiaculazioni, questo si, ma la libido è altro.
Magari senza fretta si faccia rivedere da collega, per scrupolo.
[#2] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Caro Utente,i testicoli non producono che poche gocce di sperma,quindi la sintomatologia riferita é dovuta,presumibilmente,alla presenza dell'idromele.In erezione,fino all'eiaculazione,lo scroto si ritrae per il riflesso cremasterico e,quindi,esercitando spesso questa pratica...il risentimento testicolare aumenta.Ha mai eseguito uno spermiogramma con coltura,per valutare il potenziale di fertilità e la eventuale presenza di uno stato infiammatorio.Ci aggiorni in merito.Cordialità.
[#3] dopo  
Utente 203XXX

Iscritto dal 2011
Vi ringrazio per le tempestive risposte e mi fa piacere che siano tranquillizzanti. No, non ho mai eseguito uno spermiogramma, il medico infatti mi disse di fare solamente l'ecografia e di prendere degli antinfiammatori se il dolore fosse forte.
Grazie ancora.
[#4] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
faccia la valutazione indicata dal collegha Izzo e poi ci aggiorni, se lo desidera.
[#5] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore,

può essere abbastanza normale che in seguito ad attività sessuale "eccessiva" si instaurino meccanismi dolorosi, spasmi muscolari, stati di ipersensibilità coinvolgenti le strutture coinvolte nell'eiaculazione.
riduca la masturbazione, senta il suo medico, faccia un esame seminale con spermiocoltura e ci tenga informati
cari saluti
[#6] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

ora comunque risenta il suo medico e a ruota un bravo andrologo nel frattempo, se poi desidera avere altre notizie più dettagliate su tali problematiche di natura andrologica che interessano i giovani uomini le consiglio di consultare, se non ancora fatto, anche l’articolo pubblicato sempre sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/196-prevenzione-andrologica-eta-pediatrica-puberale.html .

Qui potrà trovare tutte le raccomandazioni su come eventualmente fare correttamente l'autopalpazione del testicolo.

Un cordiale saluto.