Utente 231XXX
Salve
Da circa 3 mesi soffro di particolari sintomi assai invadenti a cui nessuno per adesso ha saputo darmi spiegazioni definitive o una cura efficace.
Premetto che da inizio anno per sei mesi ho assunto zarelis 75 per curare una sindrome ansiosa che mi si è scatenata lo scorso anno. A fine estate smetto la cura ma a fine settembre mi cominciano questi sintomi. Mi capita spesso e per una decina di giorni consecutvi di avvertire forti pulsazioni al dorso delle mani e alla punta delle dita e alle spalle. Sulle spalle inoltre avvertivo un fortissimo calore che con il passare del tempo si è tramutata in una sensazione fastidiosa come quando dopo un bagno in mare ci si mette la maglietta sul sulla pelle piena di sale. Questi sintomi si ravvivano particolarmente ogni volta che vado in palestra ad esercitarmi anche con macchine isotoniche.
Ho così fatto accertamenti vari tra cui quelle dermatologiche e allergologiche da cui risulta solo una lieve allegia alla parietaria. Faccio due ecografie all'addome da cui risulta una steatosi al fegato di grado moderato dovuto (così mi è stato detto) al trattamento con lo zarelis. Le analisi del sangue hanno ovviamente mostrato transaminasi alte ma prove epatiche negative; colesterolo a 260 e trigliceridi un pò alti per i quali mi è stata prescritta una dieta ipocalorica ed ipolipidica.Da precisare che sono un ragazzo di 32 anni alto 182 cm per 96 kg prima di iniziare la cura: (adesso sono sui 90); sono robusto perchè faccio anche molta palestra.. Infine un nodulo benigno alla tiroide (ft3 ft4 e tsh normalissimi) per il quale mi hanno prescritto l'eutirox 25.
Ora questi sintomi non mi permettono di rilassarmi in quanto appena mi stendo per riposare o vado al letto per dormire mi sento pulsare e sbattere e questo non mi consente di riposare tranquillamente.
I dottori non hanno preso in considerazione che ciò potesse essere dovuto dalla steatosi del fegato ma soprattutto hanno ricondotto il tutto o ancora a somatizzazioni del mio stato ansioso (che sinceramente non mi convince molto) o ad una rigidità della cervicale o a qualche nevralgia derivante dal collo o ad una orticaria fisica (che però dovrebbe avere altri tipi di sintomi e cmq avrebbe già dovuto esaurirsi) o addirittura a soli effetti neurovegetativi (che non so bene cosa siano).
Io sinceramente ho fatto tutti gli accertamenti che potevo e tutto quello che di particolare ne è scaturito l'ho già riportato. Vorrei sapere come affrontare questi sintomi tanto invadenti e capire da cosa sono prodotti al fine di trovare una soluzione che mi dia finalmente sollievo e pace.
Spero vogliate aiutarmi a capire.
Grazie
P.s. Il cuore è a posto e forte; Non soffro di pressione alta visto che solitamente ho 110 di max e 70 di minima; non ho mai fumato nè preso altro e non bevo.
[#1] dopo  
Dr. Oreste Pascucci
28% attività
0% attualità
16% socialità
LAURIA (PZ)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2009
Gentile utente,
il problema alle spalle, potrebbe essere dovuto alle vertebre cervicali oppure al tipo di esercizi fisici che lei svolge in palestra ( anche di entrambi, ovviamente). E' naturale che tali problemi si acuiscono con lo stato ansioso: la pongono in uno stato di maggiore attesa e di maggiore recettività al dolore.La sensazione alle mani e spalle,possono essere correlate.Le consiglierei per questo una visita fisiatrica. La qualità del sonno, l'alimentazione, l'eccessivo o erroneo esercizio fisico, possono determinare tali problemi. Una corretta alimentazione è importante, così il ridurre i valori di colesterolo,transaminasi ecc. Vi è la possibilità di sottoporsi a massaggi, agopuntura,fisioterapia per questi dolori con miglioramento della sintomatologia.

Le invio cordiali saluti e rimango a sua disposizione.
[#2] dopo  
Utente 231XXX

Iscritto dal 2011
Egregio dottore.
La ringrazio per avermi dato una risposta tanto tempestiva quanto esauriente.
Trovo nella sua risposta un sunto assai preciso e calzante della mia situazione.
Ho sicuramente una pregressa situazione di forte rigidità cervicale che ha fatto il paio con una situazione ansiosa che tende a rendermi assai contratto nella zona delle spalle e del collo. Come un cane che si morde la coda. Inoltre porprio oggi il fisioterapista da cui ogni tanto mi faccio vedere mi ha riscontrato una forma di epicondilite al gomito che secondo questi spiegherebbe le sensazioni di pulsazioni.
Inoltre in questo periodo ho un sonno parecchio agitato e stento ad addormentarmi e mi sveglio spesso durante la notte.
Seguirò senza dubbio il suo consiglio di visita fisiatrica ed insisterò con la dieta prescrittami anche se a dire il vero non ho mai fatto abusi di cibi non sani...però mi hanno detto che perdere peso nel mio caso non può farmi altro che bene.
La ringrazio ancora e le porgo i miei saluti più cordiali.
[#3] dopo  
Dr. Oreste Pascucci
28% attività
0% attualità
16% socialità
LAURIA (PZ)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2009
Gentile utente,
grazie a lei per la fiducia.
Indubbiamente il perdere perso le sarà d'aiuto. Il condurre (per quanto possibile) una vita sana con interessi e la possibilità di "scaricare" la tensione è importante.


Rimango a sua disposizione e le invio cordiali saluti.
[#4] dopo  
Utente 231XXX

Iscritto dal 2011
Egregio dottore
mi impegnerò il più possibile a condurre una vita sana ed una alimentazione equilibrata...
Se posso ancora approfittare della sua attenzione volevo chiederle se nel quadro medico che le ho esposto potesse trovare spiegazione anche un altro fattore; cioè quella sensazione di fastidio alle spalle ogni tanto si estende anche se in maniera più blanda sul petto e sull'addome e sul cosce e quadricipiti femorale. Tale sensazione come di "setole" sulla pelle senza che vi sia alcuno sofogo sulla pelle posso considerarlo ancora come somatizzazione ansiosa legata anche a problematiche che lei ha evidenziato? Fermo restando che nulla a parte quanto le ho già esposto risulta dalle analisi da me fatte.
Inoltre lei mi consiglierebbe di fare ultetiori ed approfondite analisi? se si quali.?
La ringrazio ancora e mi perdoni l'insistenza.
[#5] dopo  
Dr. Oreste Pascucci
28% attività
0% attualità
16% socialità
LAURIA (PZ)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2009
Gentile utente,
questa sensazione fastidiosa, può essere determinata da un aumento di "sensibilità" della cute su di uno "stato infiammatorio" sottostante e sulle problematiche riferite da lei.Risolto il problema, si ridurrà anche la maggiore sensibilità del territorio cutaneo interessato (anche lo strisciare di un abito da una sensazione di fastidio).
Prima di sottoporsi ad altri esami magari inutili e costosi, consulti il suo medico di fiducia emagari un fisiatra.

Cordialmente.
[#6] dopo  
Utente 231XXX

Iscritto dal 2011
Gentilissimo dottore
torno a disturbarla in quanto ho eseguito da poco gli esami del sangue dove i valori sopra indicati sono più o meno rientrati tutti e con la dieta assegnatami ho perso fino a 11 kg.
Il problema però adesso è dato da un valore di creatinina a 1,27 per il quale il mio medico di base mi ha consigliato di effettuare un esame detto creatinina clearance.
La cosa mi è parsa un pò esagerata.
Le domandavo se un valore del genere potesse essere dipeso dal fatto che dall'ecografia addominale il fegato grasso poggiasse sul rene affaticandolo. Tra l'altro gli altri valori del sangue , l'ecografia renale e l'esame delle urine sono tutti normalissimi.
Tra altro ho sempre più o meno avuto i valori di creatinina tra 1,05 e 1,1 e ho sempre fatto molta attività fisica.
Infine il fatto di bere due tisane a base di erbe al giorno per depurare l'organismo può aver avuto qualche ruolo?
Quello che voglio dire in poche parole; questo valore di creatinina determina per forza un mal funzionamento dei reni?
Spero voglia darmi risposta così come gentilmente ha già fatto in passato.
P.S. ho potuto appurare che il disturbo alle spalle e mal di testa successivi sono dovuti alla cervicale come lei aveva predetto.