Utente 190XXX
Salve, il mio consulto riguarda non il lato tecnico dell'intervento ma quello economico. In particolare vorrei eliminare una ennesima cisti sebacea. I precedenti interventi li ho eseguiti in ambulatorio nello studio medico del mio chirurgo di fiducia. Lui mi ha rilasciato ogni volta regolare fattura ma intestata Asl. Questo medico lavora anche presso l'ospedale. Vorrei sapere se posso chiedergli di effettuare l'intervento presso l'ospedale perchè io usufruisco di esenzione ticket. Io ci terrei che l'operazione la facesse lui presso l'ospedale, ma non ho il coraggio di chiederglielo perchè non so se operando presso il suo studio lui guadagna di più. Però se per lui non cambia niente visto che le fatture sono intestate asl magari glielo potrei chiedere senza remore. E' una questione di natura economica e morale. Spero di essermi spiegato bene. grazie in anticipo per le risposte.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Lucio Piscitelli
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,
premesso che il tema di questa richiesta esula dalle finalità del servizio che proponiamo, Le consiglierei di esporre con la massima franchezza la problematica al Collega, tenendo presente che nell'ambito del SSN la scelta dell'operatore è possibile solo in regime di intramoenia nell'ambito delle strutture del SSN o, come nelle precedenti occasioni che ci riferisce, "intramoenia allargato" presso studio personale con specifica autorizzazione dalla ASL. L'operatore che agisce in tale regime versa poi una quota dell'incasso (generalmente circa il 50%) alla ASL.

Per interventi che vengono eseguiti al di fuori di questo regime nessun guadagno specifico viene invece assegnato al Chirurgo operatore.
[#2] dopo  
Dr. Vincenzo Cifarelli
24% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2006
Gentile Signore vorrei aggiungere alla risposta esaustiva del dott. Piscitelli ,che tutti noi nei limiti del possibile ,cerchiamo sempre di agevolare in ogni modo i pazienti ,spesso anche contro regole e burocrazie ,in particolare quando vi sono difficoltà oggettive.
Ne parli con il collega .
Distinti saluti
[#3] dopo  
Dr. Andrea Favara
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
A quanto correttamente indicato dai colleghi, mi permetto di aggiungere che la prestazione eseguita in regime di SSN di qualsiasi tipo (visita, medicazione, esame strumentali o intervento chirurgico ) non prevede ne permette al paziente di scegliere il singolo professionista ma la struttura (ospedale, reparto o servizio ) al quale rivolgersi.
Garantire al paziente la presenza del professionista scelto oltre a non essere permesso non è neanche spesso concretamente realizzabile poichè ognuno di noi, quotidianamente, si occupa di diverse attività in genere mensilmente programmate che rendono difficile realizzare quanto chiede.
E' ovviamente scontato che tutti i professionisti che si occupano di un servizio o eseguono una certa procedura sono competenti in modo adeguato e sovrapponibile per farlo in modo adeguato. Diverso è iil discorso relativo alle prestazioni eseguite in regime di libera professione intra o extramoenia al di fuori dell' orario di servizio del professionista dove invece la scelta del medico è garantita e realizzabile.Auguri!