Utente 232XXX
Sto insieme ad un ragazzo da 2 anni e mezzo (23 anni io e 28 lui) ed ho scoperto recentemente che è diventato dipendente ormai da un annetto dai siti porno e dalla masturbazione, non riuscendo a dormire se prima non aveva "soddisfatto" questo bisogno. Lui ha ammesso che era diventata un'ossessione e che vuole farsi aiutare, perciò abbiamo già preso contatti sia con un sacerdote che ci sostenga moralmente e spiritualmente, sia con una sessuologa. Da alcuni giorni (4/5) ha deciso di astenersi da tutto ciò ma inizia ad avere un leggero dolore ai testicoli. Io vorrei sapere diverse cose al riguardo:è un disturbo reale e grave da curare? E' bene che per il momento lui si astenga da qualunque tipo di atto sessuale come sta facendo? Se il dolore dovesse aumentare come dovrebbe comportarsi? Rischia di peggiorare le cose e andare incontro ad altri problemi astenendosi? Io come posso aiutarlo intanto che aspettiamo di incontrare chi di dovere? Grazie mille.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gent.ma utente
una leggera dolorabilità testicolare è abbastanza normale dopo una lunga astinenza in un soggetto giovane abituato ad avere frequenti eiaculazioni. E' prevedibile che dopo un'eiaculazione la situazione ritorni normale, tuttavia sarebbe necessario avvicinarsi ad uno specialista nel settore in ambito psicosessuologico.

Cordialità
[#2] dopo  
Dr. Gino Alessandro Scalese
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2000
1) A tale età gli ormoni sessuali deteminano un elevato livello di desiderio sessuale che il suo ragazzo se non ha altre forme di attività sessuale cerca di soddisfarlo in questo modo
2) Considerati che si è bombardati quotidianamente da vari tipi di stimoli erotici difficile dire che si tratti di una reale "patologia".
3) Il dolore ai testicoli non dovrebbe essere in correlazione e comunque richiede almeno una visita dal curante o da un esperto andrologo con cui affrontare anhce il discorso sessualità.


Se lo ritiene opportuno può leggere il seguente mio articolo:

http://www.medicitalia.it/minforma/urologia/959-dolore-testicolare-cronico.html