Utente 746XXX
Buongiorno, scrivo per un consiglio su cosa fare e a chi rivolgermi. Il mio quadro clinico è un po' complesso. Fin da piccola ho sempre avuto una salute molto cagionevole, sempre influenzata, innumerevoli sfoghi cutanei imputate ad allergie di cui però, nonostante esami appositi, non si è mai capita la fonte, molte distorsioni e lussazioni a caviglie e mani.

Da quando ho 16 anni all'incirca ai cambi di stagione, appena faccio attività fisica mi riempio di bolle e la mia dottoressa dice che la causa potrebbe essere il sudore acido e la mia pelle sensibile. Ma il mio problema più grosso sono sempre state le infezioni renali e le cistiti. Da quando sono nata non credo di aver mai visto una mia urinocoltura negativa, a parte quella dopo gli antibiotici.

Basta un minimo di freddo, il bere meno una giornata, stare per un po' più del solito nella vasca da bagno, per farmi insorgere una bella cistite che guarisce sempre e solo con antibiotico. Negli ultimi 2 anni ho avuto 2 forti pielonefriti con febbre a quasi 40 e l'ultima mi è costata un ricovero ospedaliero.
La cistografia è risultata negativa. L'anno scorso mi si sono gonfiate entrambe le ginocchia senza motivo, tanto da non riuscire più a piegarle, e sono tornate normali dopo un paio di mesi. L'ultimo problema riscontrato è di quest'estate in cui, in concomitanza con una forte cistite, mi è comparso uno sfogo tra le dita de piede destro che poi si è diffuso sulla pianta del piede e su entrambe le mani con delle piccole bollicine piene di siero e pelle secca che si spaccava e squamava, tipo disidrosi.

Dopo 2 sessioni di antibiotico la cistite è sparita insieme alle bolle, ma 2 settimane fa, a seguito di una nuova cistite si sono ripresentate. In questi giorni ho avuto influenza con febbre alta e le bolle si sono diffuse e ingrossate molto, tanto da impedirmi quasi di indossare scarpe e piegare le dita.

Al mio quadro si aggiunge il fatto che 4 anni fa ho scoperto di avere gli ana positivi 1/180 e una mononucleosi cronocizzata con valori come questi da almeno 4 anni
Anticorpi anti epstein barr virus antigene capsidico (VCA) lgG 70,8
Anticorpi anti epstein barr virus antigene capsidico (VCA) lgM 82,2
Anticorpi anti epstein barr virus antigene nulcleare (NA) lgG >600

Il mio medico curante oggi ha dichiarato che secondo lei gli sfoghi di questi giorni sono dovuti ad una disfunzione del mio sistema immunitario, come i gonfiori dell'anno passato alle ginocchia e la mononucleosi latente in quanto forse troppo stimolati dalle mie continue infezioni renali.

La mia reumatologa invece non ha imputato i miei trascorsi agli ana, Lunedì avrò un'ulteriore ecografia all'apparato urinario completa. Nel caso anche questa sarà negativa a chi posso rivolgermi nella provincia di Varese/ Milano? Non so nemmeno più se andare da reumatologi, urologi, dermatologi,... per risolvere i miei problemi. Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Paolo Fancello
24% attività
8% attualità
12% socialità
CAGLIARI (CA)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2009
Prenota una visita specialistica
bisogna fare uno studio più approfondito del sistema immunitario, e valutare che non ci sia una immunodeficienza che potrebbe riguardare anche il complemento, quindi consiglio di recarsi a Milano al Niguarda dal dottor Shroeder, che peraltro è iscritto aquesto Blog.
Per quanto riguarda la manifestazione sul piede potrebbe essere stata un'infezione micotica, quella che in volgarmente si chiama piede d'atleta, e sulle mani un eczema dsidrosico, senza nessun nesso tra l'uno e l'altra. Certo che avere gli ANA positivi 1: 180 non vuol dire da solo niente in assoluto, ma è una indicazione, inoltre l'Epstein Barr virus qualche problema lo da.
[#2] dopo  
Utente 746XXX

Iscritto dal 2008
La ringrazio tanto per la risposta! Oggi l'urulogo, dopo un'ecografia completa, non ha rilevato nulla di anomalo. Guardando tutti i miei esami mi ha chiesto il perchè non prendessi farmaci per la mia tiroidite cronica. La cosa mi ha spiazzata alquanto visto che non avevo idea di avere anche questo problema, la mia reumatologa, che aveva richiesto quegli esami, non mi aveva accennato nulla a riguardo.
[#3] dopo  
Dr. Mario De Bernardi Di Valserra
20% attività
0% attualità
0% socialità
TRIVOLZIO (PV)
Rank MI+ 20
Iscritto dal 2011
Buona parte dei suoi problemi derivano probabilmente da una alterata capacità di risposta immunitaria per cause congenite, forse aggravate dai vari interventi terapeutici a cui ha dovuto sottostare. Le consiglio di sottoporsi ad accertamenti accurati in tal senso e posso indicarle il Centro di allergologia e immunologia clinica presso la Clinica Maugeri di Pavia (Direttore Dott.ssa Moscato).
[#4] dopo  
Utente 746XXX

Iscritto dal 2008
Buongiorno! sotto consiglio dell'urologo ho fatto gli esami degli anticorpi tiroidei

tsh 2,61 (range 0,34-5,60)
ab anti tireoglobulina 0,7 (range 0-40)
ab anti perossidasi tiroidea 409,6 (range 0-10)

Dopodichè eco alla tiroide in cui mi hanno diagnosticato una tiroidite autoimmune cronica per il momento in eutiroidismo con primi segni visibili dall'ecografia. Non mi è stata data alcuna cura al momento. Mi è stato detto che sono portata a queste malattie autoimmuni e la tiroide è una di queste. Ora mi sono rivolta ad un immunologo che mi è stato consigliato caldamente e devo fissare una visita. Gli sfoghi su mani e piedi ci sono ancora, ma sono in fase regressiva come mi è successo ad ottobre per poi riapparire a novembre. La pelle si secca, si spacca e si squama e sulla pianta del piede destro ho uno strado duro e secco di pelle che ogni tanto si rompe e mi sanguina. A questo si aggiungono i miei continui pruriti su gambe e braccia che stanno aumentando e una pressione che in questi giorni è sotto le scarpe (ieri mattina era ferma sull'80 di massima e 46 di minima).
Spero veramente di trovare un buon immunologo a cui affidarmi e che trovi una soluzione ai miei problemi.