Utente 232XXX
Cari dottori, ho notato da qualche mese la.presenza di un nodulo sottocutaneo a livello dell'asta del pene. Questo nodulo è presente anche quando il pene è eretto, non mi fa male se lo palpo, ha la consistenza elastica e sicuramente non interessa la cute (che è perfettamente integra e scivola sul nodulo). Questo nodulo interessa una porzione della circonferenza dell'asta del pene (cioè non si protrae secondo l'asse maggiore del pene ma dalla faccia anteriore dell'asta si continua per circa 1,5 cm sulla faccia laterale)... ho sin dalla nascita una leggere curvatura dell'asta ma questo non mi ha mai dato problemi e posso affermare di avere una sana vita sessuale... adesso questo nodulo mi peeoccupa un pó... potrei avere cortesemente la vostra opinione? grazie di cuore

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Enrico Conti
44% attività
0% attualità
16% socialità
ALBA (CN)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2011
Caro signore, da come lo descrive non sembra un nodulo di IPP (Induratio Penis Plastica). Le possibilità da escludere sono tante: fibromi, miomi, lipomi ovvero tutta una serie di patologie benigne che comportano la comparsa di un nodo palpabile. Una visita è assolutamente necessaria per capire i rapporti del nodulo con i tessuti (è profondo o superficiale?), possibilmente presso un andrologo esperto anche in ecografia. Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 232XXX

Iscritto dal 2011
grazie dottore per il consulto così celere, vorrei aggiungere che ho 35 anni, non ho mai avuto patologie genitali. Il nodulo che ho cercato di descrivere somoglia ad un cordoncino, simile nelle dimensioni ad una vena del pene (ma sono sicuro che non lo è). Mi farò vedere da un andrologo però vorrei essere tranquillizzato, nei limiti del possibile, nei confronti di eventuali patologie maligne...
[#3] dopo  
Dr. Enrico Conti
44% attività
0% attualità
16% socialità
ALBA (CN)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2011
Mmmh, potrebbe trattarsi anche di un vaso linfatico ingrandito, ma vedo che ha compreso che la visita è ineludibile per comprendere bene la situazione. Si ricordi che la visita con la possibilità di una contestuale ecografia è importante (sarà l'andrologo a decidere se è il caso di effettuarla e come) è molto utile ai fini della possibilità di una rapida diagnosi. Cordialità