Utente 222XXX
Salve,
vorrei sottopormi ad un ciclo di epilazione permanente tramite IPL e desidererei sapere quali documenti dovrebbe rilasciarmi lo specialista. Mi spiego meglio. Al di là di alcuni effetti transitori e di scarsa rilevanza, so che possono sorgere delle complicazioni, degli effetti indesiderati anche abbastanza gravi a distanza di qualche tempo (ho girato vari forum nel mondo che riportano esperienze e rischi riguardanti tali trattamenti - comunque non è questo il punto focale del mio consulto).
In sostanza, se dovesse capitarmi a distanza di mesi una complicanza, vorrei avere qualcosa di scritto che, se necessario, attesti anzitutto il fatto che sono stato sottoposto a tali trattamenti dal Dott. XYZ.
Chiedo questo perché ad esempio il rilascio della fattura per una serie di sedute comporterebbe normalmente una spesa ben più elevata per il paziente. Se dunque optassi per prestazioni senza fatturazione, cosa potrebbe provare i trattamenti effettuati presso questo studio?
Dovrei farmi rilasciare ogni volta un foglio con scritto modello di macchina IPL utilizzato e frequenze (potenze) applicate (e magari anche il compenso ricevuto dal professionista), il tutto sottoscritto dal medico? O cos'altro altrimenti sarebbe necessario (a livello di risultanze documentali) ai fini di un successivo accertamento delle responsabilità?
Vi ringrazio vivamente per la Vostra collaborazione.
Saluti
[#1] dopo  
Dr. Stefano Pau
28% attività
4% attualità
16% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2011
Buongiorno,
fatto salvo l'obbligo di legge di emettere fattura da parte del medico a cui si rivolgerà per effettuare i trattamenti desiderati (non un optional comportante un aumento della parcella richiesta al paziente!!!), oltre che suo dovere quello di richiederla al momento del pagamento (sconto o non sconto!!), non è comunque la fattura il documento che serve per tenere traccia del tipo di trattamento ricevuto, delle sue indicazioni e delle eventuali complicanze.
Prima di qualunque trattamento di medicina o chirurgia estetica il medico a cui si rivolgerà dovrà sottoporle un consenso scritto riportante il tipo di terapia proposta, le sue indicazioni e contoindicazioni, gli eventuali effetti collaterali e le possibili complicanze, nonchè le possibili alternative terapeutiche, lei dovrà leggerlo e firmarlo dopo aver fugato qualunque dubbio dovesse avere a riguardo mediante colloquio col professionista di sua fiducia.
Il documento resterà al medico ma lei ne può richiedere una copia; questo accade anche in caso di eventuali prestazioni eseguite gratuitamente e quindi senza l'emissione della fattura!

Il problema di come documentare eventuali responsabilità a distanza di tempo non mi sembra comunque l'approccio più corretto ad un trattamento terapeutico di qualunque tipo, estetico o non; mi preoccuperei di più di capire quali sono i professionisti più affidabili, i trattamenti più indicati per il suo caso e le reali problematiche che potrebbero presentarsi mediante un colloquio con un serio professionista...
[#2] dopo  
Dr. Domenico Laquintana
24% attività
0% attualità
12% socialità
TROIA (FG)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2007
Il collega le ha efficacemente illustrato tutto circa l'obbligo della fatturazione e circa una corretta gestione del foglio di consenso informato.

Io mi permetto solo di aggiungere la mia profonda meraviglia per questo tipo di atteggiamento nei confronti del medico: qui si parla di gestire il contenzioso medico-paziente ancor prima di effettuare la prestazione !!!.

Mi perdoni ma, vista anche la non necessità di questo tipo di interventi che sono del tutto voluttuari, perchè lei va da un medico se non ha la minima fiducia in lui?

Invece di star attento a come poterlo "inchiodare al muro" dopo un eventuale errore ... stia attento a cosa le spiega, presti attenzione a quello che le dirà sui rischi che sempre ci sono in ogni atto medico, faccia tesoro di tutti i suoi consigli sul come prepararsi correttamente a queste terapie e come comportarsi dopo averle fatte: perchè forse non lo sa ma molti dei problemi che potrebbe avere dopo le sedute di epilazione ...dipendono da lei, dal suo comportamento (proteggersi da sole, idratare la pelle, evitare sforzi e fonti di calore nei primi giorni, ecc).

Più che consigliare a lei cosa può farsi dare di scritto dal medico, consiglierei al suo medico di farle firmare una serie di documenti lunghi e fitti (come quelli che lei di certo firma spesso in banca senza nemmeno leggerli) in modo da cautelarsi sul suo futuro comportamento.

Appartengo ad una categoria di medici che ancora pensano che una persona che si mette nelle mie mani meriti la mia profonda fiducia, e spero che questo nella maggior parte dei casi significhe anche avere la sua.

Più che di scartoffie e garanzie mi preoccupo di fare al paziente quello che non avrei difficoltà a fare su me stesso. E confido che la stragrande maggioranza dei miei colleghi faccia lo stesso.