Utente 184XXX
Gentilissimi dottori,
sono una ragazza di 27 anni; io e mio marito (32 anni) abbiamo già effettuato 5 icsi fallite e dopo che io ho fatto di tutto e di più, ora non vorrei dare più ascolto ai medici che mi dicono che per mio marito non è necessario fare niente.
L'ultimo spermiogramma di mio marito è di alcuni mesi fa ed è il seguente:
volume 3 ml
concentrazione nemaspermica 70 milioni/ml
spermatozoi totali presenti nell'eiaculato 210 milioni
forme mobili 60 % (30 % fortemente progressiva, 20 % lentamente progressiva, 10 % motilità in situ)
forme normoconformate 16 %

Dopo preparazione:
concentrazione nemaspermica 20 milioni /ml
forme mobili 100 %

Ha però il MAR test positivo con anticorpi antispermatozoi adesi al 70 %.
L'omocisteina è al limite 14,4 (max 15).
Ha fatto la microdelezione del cromosoma y ed è ok.
Da altri spermiogrammi era emersa una astenozoospermia moderata.
Ha FSH sempre piuttosto basso, o leggermente sotto il limite minimo o leggermente sopra.
Spermiocoltura ok (tutto assente).
Cariotipo, fibrosi cistica ok.
Ecografia ai testicoli ok.

Ho letto che esistono altri esami, tipo tunel test, fish, ecc..., Lei ritiene che in questa situazione è meglio indagare ulteriormente con altri esami o non ne vede la necessità?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Roberto Mallus
36% attività
12% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2003
gent.ma utente,
solo chi ha in cura suo marito può decidere di effettuare ulteriori analisi senza correre il rischio che siano inutili e anzi deleterie in quanto ansiogene.
Ne ha parlato anche con il ginecologo che la ha in cura, è certa che l'infertilità non abbia altri motivi?
Cordiali slauti