Utente 109XXX
Buongiorno a tutti
Sono un ragazzo di 20 anni, e da ieri ho un problema che mi afflige tantissimo.
Ieri sera ho avuto un rapporto sessuale con la mia ragazza senza alcun problema di erezione.
Concluso il rapporto, abbiamo deciso di averne un altro, ma non sono riuscito, neppure dopo 20 minuti, ad avere un altra erezione.
Stamattina mi sono svegliato con un erezione matutina, ma di qualità inferiore al normale, ed è durata anche meno. Sono molto preoccupato, inoltre, perchè ho notato un arrossamento (a puntini rossi prima, e adesso generalizzato) sul glande e sotto. Inoltre provo un po di fastidio e bruciore, ma non molto.
Ho provato ad avere un erezione stimolandomi ma non riesco, sento come un piccolo stimolo a fare pipì e non si verifica erezione.

Per favore aiutatemi..

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Prof. Giovanni Maria Colpi
28% attività
0% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2011
gentile lettore,

le erezioni finalizzate al rapporto sessuale sono le più importanti dal momento che permettono di "relazionare" un uomo con una donna.

ovvio che il ripristino dell'erezione dopo un rapporto sessuale può richiedere tempi e modi differenti anche legati al grado di eccitazione del maschio e quindi a certe "abilità" della donna nel far riprendere l'erezione al compagno.

ritengo che minimi fastidi sul pene possano essere normali dopo un rapporto e i puntini che vede potrebbero non significar nulla....tranne che certamente la sua attenzione stamane.

le consiglio di provvedere a dei lavaggi con detergente intimo come sempre, poco schiumoso e se i "puntini" persistono di contattare il medico (è stato un rapporto protetto??)

cordialità
[#2] dopo  
Utente 109XXX

Iscritto dal 2009
sisi, abbiamo usato preservativo sia nel primo che nel secondo rapporto, anche se nel secondo ho fatto "cilecca"!
Ora seguirò le sue indicazioni, ma ho molta paura che mi ricapiti di non avere erezione...
[#3] dopo  
Prof. Giovanni Maria Colpi
28% attività
0% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2011
si tranquillizzi,


questo paura di fallimento attiva meccanismi delicati di nuova cilecca...che possono capitare

[#4] dopo  
Utente 109XXX

Iscritto dal 2009
come posso fare per tranquillizzarmi?
[#5] dopo  
Prof. Giovanni Maria Colpi
28% attività
0% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2011
maggior complicità e contatti con la compagna
[#6] dopo  
Utente 109XXX

Iscritto dal 2009
Aggiorno la situazione: oggi siamo stati insieme e abbiamo eseguito del petting e ho avuto una erezione, ma era molto scarsa..penso che avrei potuto penetrare senza grandi difficoltà, ma ho avuto paura di poterla perdere dopo. c'è ancora un po di bruciore e i puntini.
Volevo inoltre precisare che da qualche mese assumo finasteride,circa 1 mg al giorno.
[#7] dopo  
Prof. Giovanni Maria Colpi
28% attività
0% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2011
gentile lettore,

sugli effetti e le indicazioni della finasteride, pur a così basso dosaggio, la prego di contattare per completezza il medico che l'ha prescritta.

ritengo utile che una visita andrologica non le farà di certo male, anzi le servirà a capire che , in presenza di erezione utile per penetrare, sia difficile parlare di impotenza.


cordialità
[#8] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
Caro lettore,

l'uomo non è una macchina, sempre pronto e sempre scattante|
ci possono essere mille motivi, anche banali, che possono qualche volta impedire una erezione, tanto più dopo averne avuta un'altra prima
Non insista a cercare la prova, Se ne stia buono, provi magari ad avere un po' di petting senza cercare per forza una penetrazione.
Una visita con l'andrologo potrebbe essere sic uramente molto proficua
cari saluti
[#9] dopo  
Utente 109XXX

Iscritto dal 2009
Ho provato ad eseguire pettting, e l'erezione c'era ma un po blanda..nella masturbazione c'è erezione ma non è ai livelli di prima (si parla di solo due giorni fa). Inoltre in seguito sento dei dolori lungo l'asta del pene, più vicino alla base.

Non mi era mai capitato nulla di simile..anzi prima riuscivo sempre ad avere più rapporti uno dopo l'altro.

E' possibile che nel rapporto si sia verificato un trauma che abbia compromesso la funzionalità erettile del pene? Intendo ad esempio la fuga venosa.
Perchè mi sembra strano che fino a un attimo prima tutto bene, e poi di colpo questo problema...
[#10] dopo  
Prof. Giovanni Maria Colpi
28% attività
0% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2011
gentile lettore,

è improbabile ma non è escluso che una patologia possa determinare i suoi effetti in così poco tempo.

per questo e per risolvere il dubbio-lecito- di fuga venosa, che non è un sintomo ma in dubbio clinico che può avere solo il medico dopo opportune valutazioni, è utile una visita specialistica.

cordialità
[#11] dopo  
Utente 109XXX

Iscritto dal 2009
proverò ad andare dal medico..ma avrei altre domande: la fuga venosa è un sintomo o una patologia? e soprattutto ci sono rimedi per l'impotenza? mi sento anormale a 19 anni a farmi questi problemi...
[#12] dopo  
Utente 109XXX

Iscritto dal 2009
Gentili dottori,

Come da voi suggerito mi sono recato dal mio medico di base per parlare di questo problema, ma ho ricevuto come unica risposta "smetti di prendere la finasteride" e "non pensarci, e se tra qualche mese hai ancora problemi di questo tipo ne riparliamo", e non sono stato indirizzato da nessun urologo-andrologo.

Ora non so che fare, perchè sinceramente non mi va di aspettare qualche mese e una visita volevo farla comunque, può solo giovarmi.

Inoltre stamattina, a 4-5 giorni di sospensione della finasteride, ho notato di aver avuto due erezioni spontanee e di normale durata.
Può essere davvero stata la finasteride a recarmi quel disturbo?

Grazie dell'utilissimo servizio che svolgete