Utente 149XXX
Salve,
ho avuto un intervento di surrenectomia a luglio 2010.
Il taglio è lungo circa 17 cm, e si localizza in corrispondenza dell'ultima costola a destra.
Purtroppo pur essendo passato un anno e mezzo continuo ad avere dolori, anzi ultimamente sono addirittura peggiorati.
A luglio 2011 ho fatto una visita specialistica presso lo staff che mi ha operato, e mi era stato detto che i miei dolori erano causati da eccessivi sforzi fisici, che potevo avere una sorta di prolasso (in tal caso sarebbe stato il caso di operare) e di mettermi la fascia quando dovevo sollevare pesi.
Feci un'ecografia ma risultò tutto normale fortunatamente, nessun prolasso.
Il dolore mi si è affievolito molto, ma negli ultimi due mesi ho dovuto di nuovo fare molti sforzi fisici, ed è aumentato.
Adesso non riesco nemmeno a tossire. Oltre al fatto che continuo a non avere sensibilità cutanea, il dolore varia da fitte che interessano tutta la zona interna fino alla schiena, a addormentamenti della zona, a pruriti, a senzazione di "pulsazioni" fortissima (si sente addirittura sotto le mani toccando la zona). Mi restano fin quando non rimango sdraiata almeno per un'oretta. Ieri sera ho avuto questa pulsazione per circa tre ore pur restando sdraiata e inizio a non poterne più.
Aggiungo che da quando mi sono operata soffro di più anche di mal di schiena, potrebbe essere per il fatto che i muscoli addominali non mi sorreggono più come prima?
Volevo anche riprendere a fare sport ma in queste condizioni è impossibile, mi affatico già semplicemente a stare in piedi troppo tempo e con i dolori che ho mi sento molto demotivata in tutto, ho difficoltà nella vita di tutti i giorni perché mi sento pancia e schiena sempre stanche e questo mi deprime. Pensavo di rifare la visita specialistica anche se forse è inutile perché mi hanno già detto quest'estate qual è il problema, ovvero troppi sforzi fisici, purtroppo non posso permettermi di vivere come se avessi un handicap e se per lavoro ho necessità di fare sforzi devo farli, quindi non ne vengo a capo. Sto usando la fascia ogni volta che devo sollevare pesi e aiuta, quando la indosso mi sento "normale" e riesco anche a correre, senza mi sento come se avessi un peso sull'addome che spinge verso il basso.
Chiedo un consiglio a voi, sempre molto professionali e rapidi, nell'attesa che passino le feste di Natale per poter prendere appuntamento con uno specialista.
Vi ringrazio anticipatamente.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Lucio Pennetti
32% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2009
Gentile utente,penso che sia necessario sottoporsi ad un nuovo controllo specialistico per fare il punto della situazione attuale.Dalla sintomatologia riferita ed il beneficio che riscontra con la contenzione elestica,farebbero ipotizzare uno sfiancameto dei muscoli interessati dall'incisione chiurgica.Per dare conferma o meno alle ipotesi ,è fondamentale il controllo clinico.
Saluti
[#2] dopo  
Utente 149XXX

Iscritto dal 2010
Gentile dottor Pennetti,
innanzitutto la ringrazio per il parere.
Sicuramente appena possibile andrò a fare un visita. Lei pensa che mi conviene farmi controllare dallo staff che mi ha operato, o sarebbe meglio rivolgermi a qualcun altro?
Nel frattempo cosa mi consiglia di fare? Le pulsazioni alla parte aumentano, ormai le ho quasi tutti i giorni, e non riesco quasi più a conviverci.
Grazie
[#3] dopo  
Dr. Lucio Pennetti
32% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2009
Certamente da chi ha operato.Queste pulsazioni non capisco cosa sono(forse intendere dire che avverte dei rumori di tipo viscerale?)
Saluti