Utente 233XXX
salve ho 20 anni, premetto non bevo alcolici e non sono incinta, da un paio di settimane avverto puntualmente dopo i pasti un forte senso di nausea e non solo mi accade spesso di sentire la gola "piena" insomma gonfia, ho fatto controllare la gola ma mi hanno detto che avevo solo dei muchi ho preso dei mucolitici ma i sintomi persistono in particolare nel lato destro della gola; succede poi che qualisiasi cosa ingerisco mi porta delle eruttazioni; non solo mi capita ultimamente di ravvisare anche qualche disturbo alla vista sempre nel lato destro; soffro ultimamente di una forte emicrania. mi è capitato di fumare una sigaretta e questi sintomi, in particolare quello di nausea, sono aumentati! è tutto dovuto ai muchi e ai sintomi influenzali? inoltre non sò se questo può aiutare la diagnosi qualche tempo fa, ora non ricordo il giorno, mi è capitato che improvvisamente mi sn sentita quasi soffocare e mi si sn tappate le orecchie in quell'occasione ho anche rimesso solo che io l'ho collegato all'influenza che di fatti avevo. ringrazio per la disponibilità e aspetto risposta

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Felice Cosentino
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
I sintomi possono essere compatibili con un reflusso gastroesofageo e con una difficoltà di svuotamento gastrico (sintomi spesso associati). Ne parli con il suo medico per un trattamento farmacologico che può essere a base di antisecretivi e procinetici.

Le allego un articolo da cui può trarre utili suggerimenti:

http://www.medicitalia.it/minforma/gastroenterologia-e-endoscopia-digestiva/990-peso-stomaco-cattiva-digestione.html


Un cordiale saluto


[#2] dopo  
Dr. Roberto Rossi
40% attività
16% attualità
16% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2011
Gentile signora effettivamente i sintomi che accusa potrebbero essere gli esiti di una sindrome influenzale. Se però tali sintomi dovessero continuare sarebbe il caso di consultare il curante per qualche approfondimento.