Utente 186XXX
Gentili dottori,

sarei infinitamente grata se poteste aiutarmi in quello che ormai per me rappresenta un grosso problema.
Ho 29 anni, non fumo, sono in normopeso (se non addirittura in leggero sottopeso), bevo al massimo un bicchiere di vino al giorno, svolgo una regolare attività fisica.

Il mio problema è rappresentato dall'ipertensione che si presenta, punualmente, nei periodi invernali, comportandomi una serie di malesseri e preoccupazioni che non mi lasciano piu vivere una vita normale.
Durante l'estate sto bene e i medici non mi hanno riscontrato alcuna patologia ipertensiva, con l'arrivo della stagione invernale invece la pressione minima soprattutto subisce sbalzi molto elevati, addirittura talvolta superando i 100 quando si aggiungono componenti ansiose.

Ho fatto tutte le analisi, elettrocardiogramma, ecocardiogramma, fondo oculare, visite cardiologiche, tre test da sforzo...e va tutto bene, tranne che per questo problema della pressione e dei sintomi che mi comporta.

Ho totalmente eliminato il sale dalla mia dieta, aumentato il consumo di frutta e verdure, eliminato grassi e fritture ma nulla cambia, sto male ogni giorno, peggiorando col procedere della giornata.

Ringrazio enormemente chi mi risponderà e porgo i miei piu sinceri auguri di buon natale.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Il freddo determmina vasocostrizione e quindi aumento dei valori pressori. Tenga tuttavia presente che il fatto che lei riscontri valori pressori diastolici elevati solo in seguito a stress emotivi o per esposizione al freddo non significa che tali valori non debbano essere attentamente valutati e corretti, anche farmacologicamente, specie se lei avesse familiarita' per ipertensione, ictus cerbrali od infarto.
Il modo piu' corretto per valutare il suo profilo pressorio e' l'applicazione di un HOLTER PRESSORIO delle 24 ore. Ne parli con il suo medico.
Cordialmente
cecchini
www.cecchinicuore.org
[#2] dopo  
Utente 186XXX

Iscritto dal 2010
Grazie mille dottore per la pronta risposta,

non ho familiarità con le patologie da lei descritte e i medici che mi hanno visitata hanno rilevato un'ipertensione "borderline" da tenere sotto controllo eliminando il sale ed effettuando terapia contro l'ansia, cosa che già l'anno scorso ho fatto.

Durante la primavera e l'estate infatti sono stata benissimo, il problema è insorto nuovamente con la stagione fredda ed attualmente ho ricominciato una dieta iposodica che comunque non sta dando i risultati sperati.

Stando a questi dati lei mi definirebbe ipertesa?

L'Holter pressorio deve prescriverlo il mio medico?

Ci sono altri rimedi "naturali" che posso adottare?

Grazie infinite

[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Le moderne visioni della cardiologica suggeriscono di trattare i pazienti border line prima che si manifestino gli effetti collaterali propri dell'ipertensione.
Il fatto che lei riferisca valori di pressione diastolica di quel livello la fanno definire ipertesa.
Tra l'altro i farmaci moderni per la cura dell'ipertensione (ace-inibitori, sartanici, calcio antagonisti, etc..)non solo hanno l'effetto, ovviamwente , di ridurre i valori della PA, ma anche quello di prevenire e scongiurare i danni d'organo .
Non vi sono terapie "naturali" o per meglio dire nessuna di queste terapie ha mai dimostrato scientificamente la loro validita'.
Ne parli con il suo mwedico
cordialita'
cecchini
www.cecchinicuore.org