Utente 233XXX
Salve, ho bisogno di alcune informazioni.
Faccio attività pesistica e cardio-aerobica.. Mi è stato consigliato di assumere integratori: proteine in polvere , bcaa (amminoacidi ramificati) e in seguito creatina..
Seguendo le dosi consigliate e avendo una alimentazione ricca di proteine , carboidrati e grassi (naturali) posso assumere gli integratori? Preciso che è da qualche anno che ho una proteinuria ortostatica (anche quando non facevo attività fisica) e due volte all'anno faccio gli esami di controllo.
Vorrei sapere se appunto l'assunzione di questi integratori potrebbe influenzare in qualche modo reni o anche fegato per esempio; ecco mi piacerebbe avere un parere e consigli da esperti del campo.
[#1] dopo  
Dr. Filippo Mangione
28% attività
4% attualità
16% socialità
PAVIA (PV)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2009
La "proteinuria ortostatica" è una condizione mal definita dal punto di vista classificativo, non inquadrata cioè in modo preciso in una vera e propria patologia renale. Probabilmente ciò deriva da uno studio non approfondito dei pazienti che presentano occasionale proteinuria . Ad esempio, una certa quota di casi è spiegabile con una variante parafisiologica della disposizione della vena renale sinistra (sindrome dello schiaccianoci), che solo recentemente viene sistematicamente ricercata in chi ha proteinuria ortostatica. Anche perchè questa condizione è comunque considerata clinicamente benigna (= non evolve verso l'insufficienza renale).
Una dieta iperproteica può determinare effetti significativi sulla microcircolazione renale, cui può conseguire un'aumentata eliminazione urinaria di proteine, anche in chi non ha una "proteinuria ortostatica".
Non esistono ovviamente studi sulla questione che lei pone. Il buon senso, e un approccio meramente fisiopatologico, mi induce a sconsigliarle una dieta iperproteica.
Saluti
[#2] dopo  
Utente 233XXX

Iscritto dal 2011
Grazie per la risposta Dr. Filippo Mangione