Utente 233XXX
Salve a tutti, sono un ragazzo di 18 anni (compiuti da poco), e che come moltissimi altri ragazzi della sua stessa età, crede di avere un pene dalle dimensioni "non sufficienti".
Mi spiego meglio: fin da quando ho dovuto cominciare a confrontarmi con altri miei coetanei, dall'età di circa 14/15 anni (negli spogliatoi della palestra, ad esempio), è sorta in me l'idea di avere un pene non conforme, dalle dimensioni un po' ridotte, a dirla tutta. Ho provato ad informarmi su internet circa metodi e pratiche che mi permettessero di rimediare, almeno in parte, a questo umiliante (almeno per me!) difetto, ma i risultati sono stati veramente scarsi: si trovano dappertutto siti scam circa pratiche di stretching, con l'uso o meno di appositi macchinari ecc, mentre di testimonianze vere, o di siti in cui l'argomento è spiegato nel dettaglio, non ci sono tracce! Dopo aver letto un consulto appunto di un altro ragazzo, che come me aveva un problema simile, in cui un dottore gentilissimo spiegava per quali motivi la teoria del cosidetto "jelqing" è errata ed ingannevole, ho deciso di abbandonare (e sospendere!), almeno per qualche tempo tale "terapia", ritenendo di non avere oggettivamente altra scelta.
Tuttavia gli incubi molte volte ritornano: ultimamente infatti sento sempre più ardentemente il bisogno di rimediare alla mia condizione, che mi crea problemi anche a livello sociale! Ho letto perciò di alcune tribù dell'Uganda, i Caramoja, che sono soliti aumentare le dimensioni dei propri peni appendendo dei pesi all'estremità del proprio membro, con risultati davvero eccezionali.
Per il mio consulto, quindi, vorrei gentilmente sapere se un metodo del genere potesse essere preso in considerazione (nel caso in cui si dimostrasse veritiero, e con degli adeguati limiti), e, nell'evenienza, come potrei procedere.
Grazie anticipatamente.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,a Natale si é più tolleranti...anche sui metodi ugandesi...che,certamente,non sono stati validati da studi internazionali....
Abbandoni la rete ed affronti il Suo "problema" con un esperto andrologo.Cordialità.