Utente 233XXX
Salve!
Da circa due anni osservo sangue rosso vivo nelle feci; ho consultato uno specialista proctologo il mese scorso, il quale mi ha diagnosticato un prolasso rettale con rettocele. Non ho alcun tipo di dolore, nemmeno all'evacuazione. Molto occasionalmente per evacuare sono costretta a operare le tipiche manovre meccaniche di chi soffre di sindrome da ostruita defecazione, anch'essa diagnosticatami dallo specialista. Le mie domande: 1. sono sufficienti episodi così rari per parlare di ostruita defecazione? 2. il sangue che osservo può essere dovuto al prolasso? 3. Che differenza c'è con le emorroidi? 4. Sarebbe il caso di effettuare una colonscopia o posso fidarmi di questa diagnosi senza approfondire? 5. Il medico ha detto che dovrò operarmi per forza, ma siccome vorrei provare ad avere un figlio, mi chiedevo quando fosse consigliabile eseguire l'intervento: prima o dopo un'eventuale gravidanza? 6. finché non mi opero, non c'è un modo per ridurre questo sanguinamento?? E' una cosa che mi spaventa, ogni volta penso che magari il medico abbia sbagliato e di avere qualcosa di grave... :-(

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Andrea Favara
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
La defecazione ostruita è una sindrome, ovvero è costituita da un insieme di sintomi e segni che possono essere piu' o meno presenti e piu' o meni importanti. L' indicazione alla terapia in genere nasce dalla tipologia ed entità dei sintomi e dall' obiettività clinica e strumentale.
Andando ai suoi quesiti, si, sono sufficienti, si il sangue puo' essere conseguenza del prolasso ma vanno escluse altre possibili cause,le emorroidi non sono necessariamente associate ad ostruita defecazione e sono una patologia diversa.La colonscopia in presenza di sanguinamento è probabilmente indicata per escludere altre cause di sanguinamento.L' indicazioni all' intervento in rapporto alla gravidanza è funzione dell' entità dei sintomi.Terapie conservative possono ridurre il sanguinamento. Auguri!
[#2] dopo  
Utente 233XXX

Iscritto dal 2011
Grazie per le risposte, credo che probabilmente mi farò visitare da un altro specialista, dopodiché considererò comunque la colonscopia.
Davvero ottimo questo forum, risposte quasi immediate persino durante le feste... Complimenti e ancora grazie! Auguri per le feste