Utente 233XXX
Salve, vi scrivo perchè vorrei qualche delucidazione su ció che mi è successo.. e se possibile vorrei qualche consiglio o aiuto su qualche domanda. inizio con il parlare della mia storia.
Ho 18 anni e il 1 luglio 2011 sono stato operato per la prima volta di cisti sacro coccigea pilonidale con tecnica chiusa .. ma dopo 2 mesi l'ospedale mi da la notizia che è recidivata;allora il 21 ottobre 2011 vengo rioperato,di nuovo con tecnica chiusa, asportando ancora di piu dal primo intervento. Dopo poco tempo la mia ferita incamincia a fare infezione e dopo multiple medicazioni mi danno di nuovo la notizia di riaprire tutto ,ma sta volta con tecnica aperta. Io ,come chiunque altro al mio posto, decido di andare da un chirurgo a pagamento ,che anni prima operó mio padre dello problema; dopo la visita di controllo capisco quant'ero finito in brutte mani nelle scorse operazioni (tra l'altro senza neanche un drenaggio nella ferita chiusa con i punti di sutura). il 21 dicembre 2011 sono stato operato per la TERZA volta con tecnica aperta ma con due punti sopra l'ano,per evitarr contaminazioni batteriche,e una ferita di 10 centimetri piu o meno e molto profonda. ora a distanza di una settimana mi trovo ancora con dolore abbastanza forte , riesco solo a farlo passare in quelle poche ore con un analgesico comune , e qualche fuori uscita di siero pus e poca quantità di sangue. ora volevo fare delle domande in merito, il pus dopo una settimana è normale? Come devo procedere con le medicazioni a casa? Per sentire meno dolore come faccio?
Mi scuso per aver scritto tanto ma era l'unico modo per spiegare al meglio il mio decorso.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Andrea Favara
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Purtroppo la chirurgia delle cisti pilonidale comporta frequentemente recidive e reinterventi in tutte le casistiche.
E' essenziale gestire o far gestire correttamente la ferita nel postoperatorio in modo corretto e controllare l' eventuale dolore con i farmaci indicati. secondo le indicazioni di chi la segue personalmente.
Le segnalo infine che l' utilizzo del drenaggio nella tecnica chiusa è un' opzione utilizzabile ma non è considerata essenziale e non esiste evidenza riduca le eventuali complicanze o recidive.Auguri!
[#2] dopo  
Utente 233XXX

Iscritto dal 2011
Grazie mille dottore , quindi mi consiglia di fare le medicazioni fino a che necessario in ambulatorio?
[#3] dopo  
Dr. Andrea Favara
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Questo va deciso da chi la segue in base alle condizioni della ferita. Prego.
[#4] dopo  
Utente 233XXX

Iscritto dal 2011
Grazie dottore penso che chiamero l'ambulatorio subito. ancora grazie e auguri
[#5] dopo  
Utente 233XXX

Iscritto dal 2011
Grazie dottore penso che chiamero l'ambulatorio subito. ancora grazie e auguri
[#6] dopo  
Utente 233XXX

Iscritto dal 2011
Dottore mi scusi ancora.. dopo sette giorni ho ancora un po male... è normale?
[#7] dopo  
Dr. Andrea Favara
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Si, è possibile, il dolore va controllato con adeguata terapia previa verifica della situazione locale da parte del chirurgo.