Utente 196XXX
Buon pomeriggio gentili Dottori,

il giorno 24 -12 c.m., ho effettuato un ECG in seguito a cio' che credevo una forte tachicardia accompagnata da un rialzo di pressione arteriosa 120 min e circa 170 max. L'ECG ha purtroppo subito evidenziato una fibrillazione atriale parossistica ad alta frequenza in corso .....di cui si è reso necessario un immediato ricovero al pronto soccorso per monitoraggio..Essendosi poco dopo risolta spontaneamente, sono stata dimessa con l 'aggiunta di Cardioaspirina alla mia solita cura abituale oramai 20ennale.... consistente in:- Karvea 300, mezza Igroton, una compr. di Concor 10 ml- e l'indicazione di di effettuare esami del sangue di routine + funzionalità tiroidea, Elettrocardiogramma dinamico Holter ed un Ecocardiogramma color doppler a riposo. .
Ed eccomi alla domanda: ho appena effettuato l'Ecocardiogramma color doppler
con questo esito:

IPA; FAP
Modesta dilatazione atriale siinistra
Conservata funzione sistolica globale del ventricolo sinistro che presenta cinesi segmentaria; ipertrofia soprattutto a carico del setto intraventricolare che assume un aspetto a "'S" italica; nella norma il riempimento diastolico.
Normale la morfologia delle valvove atrio-ventricolari e semilunari; lo studio Color Doppler dei flussi rivela normale funzione.
Normale il calibro dell'aorta toracica.
Pericardio privo di lesioni fibro-essudative.

Tranne per le rassicuranti parole 'a norma' per il resto del referto per me 'buio completo' :)) ...Come sono messa dunque??
Per FAVORE gent.mi Dottori resto fin da ora in trepidante attesa di un VS illuminante parere!!
Ringraziando anticipatamente, cordialmente saluto!! :)

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Un episodio di f.a. Non va certo trascurato. La terapia con cardioaspirina non la protegge dalle tromboembolie che sono la complicanza più temibile e purtroppo ferreamente della fibrillazione atriale. Specie se questo episodio non fosse il primo della sua vita è importante che lei assuma un anticoagulante orale ( Coumadin).
Dal poco che lei scrive lei è un ipertesa e questa patologia si complica spesso con episodi di f.a. Parossistica, spesso sottostimati e mal curati.
Cordialità
Cecchini
www.cecchinicuore.org.
[#2] dopo  


dal 2015
Grazie gent.Dott.Cecchini per la sua celere risposta!!

Essi!! purtroppo sono un soggetto molto ansioso. Ipertesa in cura da più o meno 20 anni..Dunque Lei consiglia di assumere il Coumadin?!
Purtroppo conosco bene quel farmaco....mia madre ne era dipendente a vita... in quanto al primo episodio di scompenso cardiaco (con ricovero ospedaliero) ...non se l' era mai sentita di sottoporsi alla Cardioversione...ma lo scotto era di recarci molto spesso urgentemente al pronto soccorso per le varie emoraggie procurate dal farmaco sia nasali , che accidentali..(ma minimanente accidentali eh!!)
Oddio! sono demoralizzata....ricordo sempre con grande afflizione quel tribulato periodo ...Non c'è dunque per me altro metodo di affrontare questa cardiopatia??

Saluto e ringrazio vivamente.. :)

[#3] dopo  


dal 2015
mi scuso errata corrige:
emorragie... per sopra atriale e setto interventricolare!
[#4] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
E' chiaro che il sottoporsi a terapia anticoagulante orale espone maggiormente ad eventi emorragici, i quali sono per lo piu' di lieve entita'; sull'altro piatto della bilancia, tuttavia, ci sono pericolosissimi eventi tromboembolici.
Non creda inoltre che la terapia antiaggregante piastrinica con aspirina sia scevra di eventi emorragici, anche pericolosi (es. traumi cranici di una certa entita') oltre agli effetti favorenti ulcere gastriche e duodenali tipiche della terapia a vita con acido acetilsalicilico.
Tenga inoltre presente che tra pochi mesi sara' disponibile anche in Italia il dabigatran, farmaco antiitrombotico che non necessita di periodici prelievi di sangue per aggiustarne il dosaggio.
Arrivederci
cecchini
www.cecchinicuore.org
[#5] dopo  


dal 2015
Ma ben gentile Dott. per la sua solerte risposta ..E' vero, ha perfettamente ragione la Cardioaspirina non è esente anch'essa da effetti collaterali ...
Cmq ringrazio moltissimo per la dritta riguardate il Dabigatran...finalmente qualcosa che non necessiti di continui prelievi ...è gia un bel passo avanti!!
.
A questo punto come sono messa, penso sia giusto farmi seguire da un buon cardiologo (spero) ho quindi deciso di informarmi tramite il mio medico di famiglia per un nominativo nella mia zona e ... grazie a Lei faro' presente questo nuovo farmaco!.

Sentitamente ringrazio
buona giornata!