Utente 233XXX
Gentilissimi dottori,
scrivo perché avrei bisogno di fugare alcuni dubbi.
Al mio compagno di 36 anni è stata diagnosticata una severa oligoastenozoospermia dopo aver eseguito due spermiogrammi seriati ed esami ormonali risultati nella norma. In seguito alla visita andrologica è stato diagnosticato un caso di varicocele sinistro di II-III grado (testicolo dx 16cc di volume, sx 12cc di volume). E' stato consigliato di eseguire l'intervento essendo il risultato dello spermiogramma attribuito a questo problema.
Premetto anche che siamo già in lista d'attesa per l'ICSI e dovremmo essere chiamati approssimativamente il prossimo autunno.
La mia domanda è: secondo il vostro parere l'intervento potrebbe facilitare la ricerca di una gravidanza "naturale" o, essendo in lista d'attesa, sarebbe il caso di lasciare da parte l'operazione e attendere solamente la chiamata per l'ICSI? Il prof. che ci segue per la fecondazione ci ha consigliato di effettuare l'intervento solamente nel caso in cui venga fissato entro febbraio 2012 per evitare di dover cancellare l'ICSI qualora fossimo chiamati.
Vi ringrazio per l'attenzione che potrete dare al mio quesito e rimango disponibile a fornire ulteriori dettagli in merito all'iter diagnostico seguito.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Gino Alessandro Scalese
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,
dal mio punto di vista bisogna sempre cercare di ottenere una gravidanza in maniera "naturale" correggendo i fattori predisponenti speranzosi nel miglioramento dello spermiogramma che comunque servirà per una migliore selezione di spermatozoi in caso di ICSI senza ovviamente far passare molto tempo.
Quanto sopra esposto è una opinione personale che può anche non corrispondere a quelle di altri colleghi.