Utente 188XXX
Buongiorno,
Sono una donna di 32 anni e due giorni fa mi sono svegliata con delle pustole su viso, collo, torace, braccia e schiena. Nei due giorni precedenti ho avuto una febbre leggera e un forte mal di testa.
Il medico dopo aver visto una pustola sul braccio mi ha confermato che si trattava di varicella e mi ha prescritto Aciclovir, 5 compresse da 800 mg al giorno per una settimana.
Questa mattina ho notato che la maggior parte delle pustole sul viso ora contengono pus bianco piuttosto che siero trasparente e volevo sapere se è normale o se devo fare qualcosa. Sembrano dei brufoli, alcune pustole tra l'altro spurgano da sole e io ho paura che mi rimangano in qualche modo dei segni sul viso.
Siccome è venerdì ed il mio medico non lo trovo fino a lunedì, vorrei sapere se mi devo attivare in qualche maniera e se appunto questo pus può essere il segnale di qualche cosa che non va.
Infine volevo sapere se, oltre a non grattare le croste quando arriveranno, ci sono altre precauzioni per evitare brutte cicatrici.
Ringrazio infinitamente per l'aiuto e spero di ricevere presto gentile risposta.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Giampiero Griselli
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Gent.le pz
l'intorbidimento della vescicola è normale, ovviamente è da evitare la sovrainfezione , cosa agevole con le comuni norme di disinfezione..Nel caso si applicheranno dei topici specifici.
Oltre a non grattare , ed ovviamente ad evitare esposizioni a raggi UV, non è necessario di regola nient'altro oltre a quello che già fa.,
cordialità