Utente 332XXX
Gentili dottori,
sono un ragazzo di 30anni affetto da alopecia androgenetica (stempiatura molto evidente). Nei prossimi giorni ho un appuntamento con il dermatologo per stabilire un'adeguata terapia farmacologica.

Probabilmente oggetto della terapia sarà anche il Finarestide, però sinceramente ho paura di utilizzare questo farmaco perchè si parla di numerosi effetti collaterali; a tal proposito vorrei porvi alcune domande sul finasteride:

- Può dare problemi di impotenza?
- Fa ingrassare?
- Se un giorno decidessi di sospendere la cura perderei solo i risultati ottenuti oppure perdo anche i capelli che già avevo prima della terapia?
- Si prende ogni giorno oppure sono previsti periodi senza assunzione?
- può davvero causare ginecomastia?

GRAZIE
[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile utente,

Mi perdoni ma lei a mio avviso ha stabilito il miglior indirizzo per la sua salute e quella dei suoi capelli.

Perché ora vuole anticipare in modo incongruo questo appuntamento? Il suo dermatologo deve anzitutto far diagnosi e poi stabilire la terapia: non e' affatto detto che lei sia eleggibile per la finasteride e comunque le risposte a queste domande e ad altre si comunicano all'atto della visita e preventivamente alla proposta terapeutica

Legga se vorrà:

http://www.medicitalia.it/minforma/dermatologia-e-venereologia/544-salute-capelli-visita-tricologica.html

Saluti a lei!
[#2] dopo  
Utente 332XXX

Iscritto dal 2007
Gentile dottor Laino,

la ringrazio per la sua risposta e per aver postato il link riguardante il suo interessantissimo articolo; tuttavia l'esperienza mi ha insegnato a non fidarmi facilmente di tutti (medici compresi), infatti mi è già successo di trovarmi di fronte a diagnosi errate o terapie non idonee (non mi riferisco al problema dei capelli ma è un discorso generale).
Quindi tramite le informazione che ho richiesto nella domanda iniziale vorrei solo cominciare a farmi un'idea su cosa sia questo farmaco (indipendentemente se mi verrà prescritto oppure no).

Quindi mettendo momentaneamente da parte la mia futura visita dermatologica, solo a livello informativo, da paziente curioso, potrebbe rispondermi alle domande?

In ogni caso dopo la visita se nè avrà piacere le farò sapere la diagnosi e l'eventuale approccio terapeutico.

Grazie ancora per la disponibilità
Cordiali saluti
[#3] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Soddisfo i suoi dubbi secondo la mia esperienza e conoscenza in merito:

Prime tre domande NO; penultima SI; ultima: descritti casi eccezionali.

Saluti
[#4] dopo  
Utente 332XXX

Iscritto dal 2007
Sempre secondo la sua esperienza, la ginecomastia sparirebbe in caso di interruzione terapia, oppure no?
Grazie
[#5] dopo  
Utente 332XXX

Iscritto dal 2007
Dottor Laino,
vorrei chiederle un consiglio.

Nel mio paese c'è un medico chirurgo specializzato in medicina estetica, e nel suo sito internet dice di fare visite tricologiche e vanta anche una collaborazione con ”equipe dermoestetica” di Pescara, centro specializzato in trapianti di capelli.

Secondo lei posso affidarmi al suddetto medico estetico, oppure sarebbe più consigliato un dermatologo "generico". (mi scuso per l'utilizzazione del termine "generico", ma intendo semplicemente un dermatologo senza particolari specializzazioni riguardo la tricologia).

Secondo lei un medico estetico può avere competenze di tricologia?
Sono molto dubbioso.
Grazie