Utente 139XXX
buona sera,
circa 6 giorni fa a mia moglie, 25 anni alla 13 settimana di gravidanza, è comparsa la febbre, tenuta sotto controllo con tachipirina e un po di tosse e mal di gola.
ieri dopo una visita del suo medico di base che ha riscontrato una leggere faringite e un infiammazione dell'orecchio, ha assunto 1 cpr di AMPLITAL, da ripetersi per 5 gg.
stamattina sono comparse sul viso una serie di puntini/macchie rosse che poi si sono estese al tronco e alla schiena.abbiamo ricontattato il medico , il quale ha diagnosticato una reazione allergica all'AMPLITAL. presi dalla preoccupazione per l'aumento delle macchie siamo ritornati dal medico, che dopo una analisi visiva delle macchie, ha avuto il sospetto che potesse essere morbillo e ha subito prescritto un analisi del sangue Igg Igm Morbillo.
premetto che mia moglie in infanzia è stata sottoposta a vaccinazione morbillo, rosolia, parotite. l'immunità alla rosolia è stata accertata dagli esami effettuati il 15/12 su richiesta del ginecologo. pertanto vi chiedo:
- è possibile che il vaccino per il morbillo non sia stato efficace e quello per la rosolia si?
- è pericoloso il morbillo per la salute del nostro bambino?
- non è più probabile che sia una reazione allergica all'antibiotico, come diagnosticato in un primo momento?
grazie in anticipo della risposta!

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
156628

Cancellato nel 2015
Buonasera.
Ovviamente non è possibile in questa sede dare particolari indicazioni nello specifico, perché l'eruzione cutanea dovrebbe essere vista in prima persona.
In linea generale, la probabilità che il vaccino non sia stato efficace è piuttosto bassa (in questo caso è documentata la protezione per la rosolia, quindi non siamo di fronte a un soggetto immunodepresso in partenza); peraltro, la possibilità di incontrare il virus in età pediatrica è invece piuttosto elevata.
Per quanto riguarda l'ipotesi allergica, l'insorgenza in relazione all'assunzione del farmaco è un elemento importante ma non dirimente (sarà molto utile eseguire test cutanei per ampicillina, anche a lettura ritardata, dopo la gravidanza, dando per scontata almeno una pregressa esposizione a betalattamici).
Saluti,