Utente 219XXX
Salve,
ho 21 anni e da circa tre anni faccio uso della pillola anticoncezionale yasminelle.
Da qualche anno a questa parte ho notato la comparsa di capillari nelle gambe, soprattutto nelle caviglie, sotto i glutei e dietro alle ginocchia..con l'utilizzo della pillola sono aumentati e diventati più evidenti, ma la loro comparsa era in piccola parte già iniziata anche prima che io ne iniziassi a fare uso.
Con l'arrivo del caldo, inoltre, accuso molta stanchezza alle gambe e gonfiore (non so se sia effittivo o solo una mia percezione).

Vorrei sapere come combattere o per lo meno come contrastare questo fenomeno, perchè, anche per la mia giovane età, non è gradevole.
Quest'estate, sotto consiglio medico, ho fatto uso di "venoruton" in bustine, ma è stato solo un piccolissimo aiuto per la sensazione di pesantezza alle gambe.

Non so se potrebbero esserci problemi più a monte, a livello di circolazione, considerando anche che ho abbastanza cellulite localizzata siprattutto su glutei e cosce.
Inoltre, da sempre, ho una vena molto visibile ma non sporgente, lunga circa 10 cm, nel polpaccio interno, il dermatologo in tutte le visite mi ha detto che probabilmente era un fatto ereditario e che non occoreva intervenire per il momento.

Sarei contenta di avere dei consigli su come agire in base a questa situazione, (su capillari e vana del polpaccio, e se può essere riconducibile su cellulite)..se sia il caso di fare una visita da uno specialista, se possono esserci creme o prodotti simili che possono aiutarmi, se c'è uno sport più adeguato di un altro per contrastare il problema.

La ringrazio anticipatamente per la disponibilità e l'aiuto
Arrivederci
[#1] dopo  
Dr. Lucio Piscitelli
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
CON I LIMITI DI UNA VALUTAZIONE A DISTANZA

Gentile Utente,
manifestazioni come quelle che descrive sono rativamente frequenti anche in ragazze della sua eta'. Una valutazione specialistica si impone al fine di valutare l'entita' del problema ed individuare le procedure terapeutiche piu' indicate (scleroterapia, chirurgia, elastocompressione, ecc.). Soprattutto la vena evidente al polpaccio non puo' essere abbandonata a se stessa dal momento che si tratta di ogni probabilita' di una varicosita' legata ad insufficienza di una perforante.
Anche il proseguimento della terapia anticoncezionale andrebbe eventualmente ridiscusso alla luce dei rilievi clinici e strumentali (ecocolordoppler).
Nella sezione Articoli trovera' sicuramente informazioni che Le potranno essere utili.
Riguardo le attivita' sportive, le piu' indicate sono quelle in acqua o la corsa leggera; meno opportune certe attivita' normalmente eseguite in palestra, soprattutto quando prevedono l'uso di pesi o resistenze.