Utente 138XXX
Salve Cari Dottori Vi Auguro un Felice 2012 sperando con un lievo calo delle tasse nel futuro dell’anno. Ma arriviamo al mio consulto tre giorni fa sono andato dal mio medico curante per dei sintomi che mi prendono ogni tanto una sensazione di giramento di testa con dei dolori al petto da premettere che sono in cura con lo xanax per dei problemi di ansia e panico che voglio cercare di uscirne sto abbassando la dose del farmaco prendendone 0,25 mattina 0,25 la sera, il mio curante mi misura la pressione e me la trova 140/95 dopo 2 misurazioni e mi prescrive del Bisoprololo da 1,25 mg da prendere la mattina attualmente non lo ancora preso, fatti delle analisi del sanguein data 3/12/2011: colest. Tot 224 colest. H.d.l. 56 colest. L.d.l 148 trigl. 92 got 16 gpt 18. Emocromo, tutti i valori nella norma. esami urine con pigmenti ematici: tracce, ogni tanto mi escono. In questi giorni me lo sono misurata con una macchinetta da polso con dei valori della massima tra 125-140 e minima tra 80-95 con battiti tra 70-100, la misurazione che esce spesso e 135/90 bat. 80, non faccio attività fisica da un bel po’ di anni, la mia età 36 alto 1.75 peso 74 mai fumato. Concludendo potrei fare una cura del bisoprololo di una confezione sola di 28 compresse, (il mio curante a detto per 3-4 mesi )e cercando di mangiare più sano. Grazie per la Vostra disponibilità

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Fabio Fedi
28% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
E' davvero difficile, se non impossibile, prevedere se e quando una terapia antiipertensiva possa essere interrotta, tanto più per un paziente che non si conosce e che non si è visitato di persona.
In linea generale, se vengono adottati i necessari provvedimenti non-farmacologici (riduzione del sale nella dieta, regolare attività fisica, diminuzione delle attività stressanti, eccetera) e gli stessi vengono mantenuti nel tempo, è possibile -anzi probabile- che un paziente che come Lei ha valori pressori solo lievemente superiori alla norma e per di più è un soggetto ansioso possa fare a meno della terapia.
Ovviamente il momento in cui iniziare ed interrompere la terapia va stabilito dal medico curante, che provvederà successivamente ai necessari controlli.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 138XXX

Iscritto dal 2009
Grazie per aver risposto, ma prendendolo per un mese circa il bisoprololo e positivo o negativo, nel senso potrei fare una cura temporanea del farmaco. Grazie ancora Dott. Fedi
[#3] dopo  
Dr. Fabio Fedi
28% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Non sono sicuro di aver compreso il senso della Sua domanda.
Comunque, Le ripeto che solo il medico che visita personalmente il paziente può stabilire se e dopo quanto tempo la terapia antiipertensiva può essere sospesa.
Cordiali saluti
[#4] dopo  
Utente 138XXX

Iscritto dal 2009
Grazie Dott. Fedi, il senso e quello di non essere dipendente da farmaci, farò questa cura di bisoprololo 1,25 mg per 28 giorni e valuterò con il mio curante cosa fare dopo almeno 2 settimane di interruzione dal farmaco.
[#5] dopo  
Dr. Fabio Fedi
28% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
E' un modo un po' inconsueto di procedere, ma se il Suo medico ha stabilito così avrà i suoi validi motivi.
Cordiali saluti
[#6] dopo  
Utente 138XXX

Iscritto dal 2009
Molto Gentile per rispondermi cosi velocemente, il mio Medico mi ha detto per 3-4 mesi ma io voglio farne una sola confezzione di bisoprololo per valutare tutto. Grazie ancora
[#7] dopo  
Dr. Fabio Fedi
28% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
E' sempre meglio seguire le prescrizioni del medico e non fare di testa propria, specie utilizzando farmaci come i betabloccanti. In ogni caso Lei è libero di fare come crede.
Cordiali saluti