Utente 231XXX
salve ...già da qualche tempo faccio la ceretta alle gambe ma ogni volta devo far fronte ad uno spiacevole problema , infatti dopo la depilazione le cosce in particolar modo si riempiono di brufoli . non credo sia un problema di come faccio la ceretta perchè viene bene e non provo neanche tanto dolore . c'è un modo per prevenire o almeno attenuare il problema ?? ho sentito parlare di creme come gentalyn o eritromicina idi che vanno messe dopo la depilazione...

grazie mille

oliver

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
nessuno purtroppo se si parla di depilazione; utile considerare in questi casi la luce pulsata dermatologica ad alta intensità (struemento medicale) che reca significativi benefici.

se vorrà ne parli con il dermatologo

saluti
[#2] dopo  
Dr.ssa Serena Mazzieri
28% attività
0% attualità
12% socialità
SARTEANO (SI)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2006
Gentile utente,
tenendo presente la valida alternativa proposta dal collega, qual'ora non potesse adottare tale metodica, le consiglio comunque di rapportarsi con il suo dermatologo di fiducia, perchè in commercio, a parte le creme antibiotiche ( che poco fanno) vi sono altri preparati da applicare prima e post epilazione per prevenire le follicoliti tipiche di queste tecniche e per mia esperienza si possono ottenere da discreti a ottimi risultati.

Buona giornata
[#3] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
La mia esperienza e' invece come ampiamente affermato sostanzialmente negativa sulla prevenzione delle follicoliti post epilatorie:

Il problema risiede nella robustezza del pelo della zona in questione, nell'angolo di incidenza del fusto appena raso, nel tipo di pelle e nella confricazione continuativa.

L'utilizzo di topici di diversa natura, che spaziano in un'ampia gamma dagli emollienti cosmeceutici ai prodotti barriera a veri e propri farmaci ritardanti il ciclo anagen del pelo, possono arrecare risultati solo temporanei poiché la fonte di infiammazione/infezione perdura.

Proprio per questo ritengo utile il ricorso (nel limite del proprio possibile ovviamente) alla luce pulsata ad alta intensità o in sequenza, ad altri laser specifici come il neodimio o l'alessandrite i quali sono in grado di ridurre assieme il diametro del fusto, il numero dei peli e il ritmo di presentazione.

Attenzione fra l'altro al rapporto costi benefici: sebbene l'impatto economico può sembrare slivellato in eccesso sui dispositivi medicali citati, alla lunga il dispendio economico per l'utilizzo di topici puo' invertire questa tendenza rendendo più elevati i costi, che evidenti i reali benefici. Cosa che non mi appare secondaria.

Ancora saluti.