Utente 234XXX
E' iniziato tutti nei primi giorni di dicembre quando mi è apparsa al centro del petto un'eruzione cutanea di forma ovale e di color rosa, diagnosticatami dal medico di base come "fungo". Mi è stato prescritto pevaryl crema che ho messo regolarmente tuttavia proprio alla Vìgilia di Natale ho iniziato a riempirmi su tutto il busto e sulla schiena di tante altre chiazzette. Preoccupato mi sono recato al P.S. e mi è stata diagnosticata una Pitiriasi Rosea.
Ho cercato notizie, ma quello che mi fa stare male principalmente è la forte preoccupazione che questa malattia mi sta causando.
Questa malattia è infettiva o no? Posso avere rapporti sessuali (protetti) durante la malattia se mi copro utilizzando la maglia o in ogni caso c'è un margine di rischio di infettività?
Ho il terrore che non passi più. Vorrei capire se ci sono dei casi in cui non è più passata, o se ci sono voluti anni rispetto ai canonici pochi mesi e quali sono i segnali di un inizio di guarigione. Vorrei sapere se esiste in oltre dalle mie parti un centro di riferimento specializzato in malattie di questo tipo.
Ho letto in oltre che è stata svolta una sperimentazione utilizzando dell'aciclovir e che questa ha dato risultati positivi. Quel che ho letto corrisponde al vero? Non posso proprio curarmi in alcun modo?
Il mio medico ha sbagliato la prima diagnosi, il medico del pronto soccorso e il dermatologo dell'ospedale hanno sminuito il problema, ma in internet se ne leggono di tutti i colori. Per favore potete dirmi come stanno veramente le cose? Grazie

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Davide Brunelli
32% attività
4% attualità
16% socialità
CESENA (FC)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2000
Gentile Utente,
se di pitiriasi rosea si tratta può stare tranquillo, passa da sola in un tempo più o meno lungo senza nessun problema per chi le sta vicino. Non c'è un centro di riferimento per la pitiriasi rosea perché si tratta di condizione frequente e benigna, banale per qualsiasi dermatologo.
Può solo capitare che duri più a lungo della media, anche alcuni mesi, oppure che si "eczematizzi" cioè si irriti e le provochi prurito. In questo caso - di solito - si prescrive una crema cortisonica.
Se non ha fatto una visita dermatologica, pur avendo fiducia nella diagnosi dei Colleghi di P.S., le consiglio comunque anche questo passaggio nel caso la gestione della pitiriasi rosea dovesse essere più impegnativa della media.
Cordiali saluti