Utente 548XXX
Gent.mi Dottori
vorrei sottoporvi il caso di mio marito.
Dopo un anno di tentantivi per rimanere incinta abbiamo affrontato gli esami di rito e lo spermiogramma di mio marito ha evidenziato una criptozoospermia. Ne abbiamo ripetuto un'altro a distanza di circa 15 giorni e il risultato è stato analogo. Tramite medici vari (amici e parenti che cercando di aiutarci forse non ci hanno indirizzato da uno vero e proprio specialista) mio marito si è sottoposto ad:
analisi ormonali (tutte nella norma) a parte un valore FSH = 12 vicino al limite superiore del parametro.
Analisi genetiche che non hanno riscontrato alcuna modificazione.
Ecodoppler scrotale che ha evidenziato un varicocele sinistro di 2° grado. La dimensione dei testicoli era di 12 cl e 15 cl.
Ecografia prostratica transrettale: che non ha evidenziato alcun problema.
Abbiamo avuto un contatto con un urologo che ci ha detto che non si riesce a identificare la causa della scarsa fertilità di mio marito e l'unica strada adatta a noi sarebbe la ICSI.
E' così alto il valore FSH da non tentare nulla?
Le mie domande sono queste:
premesso per ragioni etiche non voglio praticare la ICSI, non c'è proprio niente da fare?
Il nostro medico di famiglia ci consiglia di tentare l'operazione del varicocele, può avere senso? Ha inoltre prescritto a mio marito della BioArginina.
Con i parametri che vi ho illustrato può valer la pena che insista con mio marito nel farsi visitare da un andrologo? Lui è molto abbattuto anche psicologicamente e mi dice che non ha proprio voglia di farsi dire un'altra volta che non c'è nulla da fare.
Vi ringrazio
Cordiali saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Patrizio Vicini
44% attività
16% attualità
16% socialità
GROTTAFERRATA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Cara lettrice ritengo che una visita andrologica sia molto importante per suo marito, non ci ha detto l'età di suo marito, ma se ha un varicocele perchè non correggerlo prima di intraprendere altre strade? Esistono inoltre cure di tipo medico per l'infertilità maschile.
Cordiali saluti
Dott. Patrizio Vicini
[#2] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
Cara lettrice,
se per motivi etici, asolutamente rispettabili , voi rifiutate la Fecondazione Assistita non avete altre opzioni se non di migliorare la qualità del liquido seminale di suo marito.
La correzione del varicocele non fa miracoli ma può servire. esistono altri farmaci, più efficaci della Bioarginina, per cercare di migliorare i caratteri degli spermatozoi di suo marito e magari consentire una Inseminazione Omologa che non dovrebbe creare problemi religiosi o etici ( si effettua anche alla Università cattolica)
cari saluti
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Cara lettrice ,
certo le premesse da cui sembra partire il quadro seminale di suo marito, con un FSH mosso, non mi sembrano essere le più favorevoli. Una criptozoospermia fino al 1992, prima dell'arrivo della ICSI, erano frequentemente situazioni cliniche non risolvibili. Comunque , a questo punto, bisogna che consultiate, per discutere attentamente la vostra situazione clinica, varicocele compreso, un andrologo esperto in patologia della riproduzione assistita.
Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org

[#4] dopo  
Utente 548XXX

Iscritto dal 2008
Vi ringrazio per la celere risposta.
Mi ero dimenticata di inserire l'età di mio marito: 31 anni.

Cercherò allora di convincere mio marito a farsi visitare da un andrologo esperto in patologia della riproduzione assistita.

Leggendo in internet casi analoghi ho visto che a molti è stato fatto fare come esame anche la spermicoltura, ha senso cercare di farlo o è un esame che viene prescritto in funzione di alcuni sintomi?

Grazie ancora per l'attenzione che ci avete dedicato.
Cordiali saluti



[#5] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Cara lettrice ,
una valutazione del liquido seminale viene fatta fare se vi è un sospetto o una storia passata di infezioni delle vie uro-seminali.
Ancora un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
[#6] dopo  
Dr. Giuseppe Benedetto
28% attività
0% attualità
16% socialità
VICENZA (VI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2004
SONO DACCORDO CON IL COLLEGA